menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara è la città più economica d'Italia, lo dice il Codacons

Un'indagine condotta dall'associazione su 18 grandi città, confrontando prezzi e tariffe nella fase post Covid, decreta la nostra provincia come la più conveniente in cui vivere

Pescara è la città più economica d'Italia, lo dice il Codacons. Un'indagine condotta dall'associazione su 18 grandi città, confrontando prezzi e tariffe nella fase post Covid, decreta infatti la nostra provincia come la più conveniente in cui vivere.

Ecco cosa spiega il presidente del Codacons, Carlo Rienzi:

“Abbiamo preso in esame un paniere composto da 31 voci tra beni e servizi, per verificare il livello medio di prezzi e tariffe in vigore nelle principali città e capire quale fosse il costo della vita nella fase post-Covid e le differenze esistenti tra le varie aree del Paese. Emerge così che, per acquistare lo stesso paniere di prodotti e servizi, a Pescara si spendono complessivamente meno di 591 euro, mentre a Milano, per le stesse voci, la spesa sale a 853 euro, con una differenza di 262 euro”.

Nello specifico, per l’acquisto del paniere riferito ai soli beni alimentari (frutta, verdura, carne e pesce) a Pescara si spendono 82,56 euro, meno della media nazionale (87,24 euro). E anche sul fronte della tariffa rifiuti Pescara risulta tra le città più convenienti d’Italia, con una media di 227,31 euro contro, ad esempio, i 508 euro di Napoli.

Non solo. La nostra città risulta inoltre particolarmente economica per i servizi offerti da professionisti come ginecologi, dentisti, meccanici e parrucchieri. Anche in questo caso le tariffe sono al di sotto della media nazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Variante brasiliana in Abruzzo, Marsilio vuole vederci chiaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento