rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Economia

Pasqua con le pasticcerie chiuse, Confartigianato Abruzzo: "Perdite per 14 milioni di euro"

L'associazione lancia l'allarme evidenziando i gravi danni causati al comparto della pasticceria artigianale dal lockdown scattato lo scorso 11 marzo

Il settore della pasticceria artigianale abruzzese è in ginocchio, con perdite per 14 milioni di euro anche a causa delle chiusure durante il periodo pasquale in arrivo per le attività di tipo artigianale, a differenza invece della filiera della distribuzione commerciale. L'allarme è stato lanciato da Confartigianato Chieit L'Aquila che ha analizzato i dati relativi all'impatto del lockdown scattato l'11 marzo scorso sul settore delle micro e piccole imprese di pasticceria che offrono prodotti di altissima qualità.

A PESCARA FONDI COMUNALI PER FAMIGLIE E COMMERCIANTI IN DIFFICOLTÀ

Sono 587 le imprese di pasticceria e gelateria in Abruzzo con 1878 addetti, con oltre 360 imprese artigiane che rappresentano il 62,6% della produzione del comparto regionale. Le perdite, in particolare, sono per 12 milioni derivanti dai mancati introiti per la perdita di fatturato nel mese di aprile ed in parte marzo, in coincidenza proprio del periodo pasquale che, assieme a quello natalizio, rappresenta il fulcro degli incassi per le pasticcerie artigianali. Altri 2 milioni derivano invece dal deperimento delle materie prime acquistate prima del lockdown in previsione della produzione per il periodo pasquale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasqua con le pasticcerie chiuse, Confartigianato Abruzzo: "Perdite per 14 milioni di euro"

IlPescara è in caricamento