Economia

Partite Iva e autonomi, contributi da 2 a 4 mila euro erogati dalla Regione: domande al via

Da oggi, lunedì 12 luglio, potrà essere presentata istanza per ottenere rimborsi una tantum per riduzione di fatturato a causa del Covid

Contributi per partite Iva, lavoratori autonomi e liberi professionisti con l'avviso pubblico "Sovvenzioni una tantum" della Regione Abruzzo.
A partire da oggi, lunedì 12 luglio, potranno essere presentate le istanze per ottenere rimborsi una tantum per riduzione di fatturato a causa del Covid. 

L’avviso pubblico “Sovvenzioni una tantum”, infatti, parte ufficialmente con la presentazione delle domande sulla piattaforma informatica dello Sportello digitale delle Regione Abruzzo.

Il termine ultimo scade alle ore 20 del 3 agosto 2021. L’accesso allo sportello digitale è ammesso solo con Spid. In particolare, l’avviso "Sovvenzioni una tantum" prevede l’erogazione di un contributo di 2 mila o 4 mila euro (quest’ultimo solo in presenza di personale dipendente) come ristoro dei danni registrati dai titolari di partita Iva nel periodo di raffronto tra il ricavato 2019 e quello 2020. Il ristoro scatta solo in caso di differenza negativa di almeno il 30%. Le graduatorie saranno elaborate non secondo l’ordine cronologico di invio delle candidature, ma in ordine crescente di ricavo o compenso anno 2019. Sarà dunque data priorità ai soggetti con reddito o compenso più basso. Solo in caso di parità di ricavi o compensi anno 2019 sarà data priorità all’ordine cronologico di inoltro della candidatura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partite Iva e autonomi, contributi da 2 a 4 mila euro erogati dalla Regione: domande al via

IlPescara è in caricamento