rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Economia

Padovano (Sib Confcommercio) sulla diffida inviata dai balneatori ai ministeri per le concessioni: "Atto per arrivare ad una soluzione positiva"

Il presidente regionale dei balneatori di Confcommercio torna sulla questione della sentenza del consiglio di Stato sulle prorghe delle concessioni balneari

Il presidente del Sib Confcommercio Abruzzo Riccardo Padovano, interviene in merito alla questione della sentenza del consiglio di Stato sulle concessioni balneari, spiegano le motivazioni che avevano portato il 13 settembre scorso, quindi ben prima della sentenza del consiglio che ha di fatto bloccato le proroghe dal 2024, ad una diffida verso il ministero delle infrastrutture per emanare un dpcm che è la arte giuridica che serviva a consentire alla Legge 145 il periodo transitorio fissato a non oltre il 2033. La diffida era stata presentata dal Sib e dalla cooperativa balnearia della Confcommercio di Pescara.

"Se andiamo a leggere le motivazioni per cui il Consiglio di Stato è intervenuto ma che secondo noi non aveva per intervenire ma richiamare invece l’attenzione del Governo per far emanare allo stesso un provvedimento legislativo chiaro e limpido. Oggi dopo la diffida inviata nei giorni scorsi siamo pronti ad andare avanti e ad arrivare anche ad un ricorso al Tar del Lazio. Non eravamo entrati nel merito della sentenza ma avevamo semplicemente chiesto, prevedendo quello che è poi accaduto, dire al Governo di prestare attenzione alla Legge 145 che così come è, non è completa e venga completata con il procedimento per arrivare al Dpcm. Il Dpcm andrebbe discusso in un tavolo di concertazione e poi prima dell’approvazione in Parlamento inviata al Parlamento Europeo."

Padovano ha fatto sapere che domani 18 novembre ci sarà un incontro in Fipe con i ministri Garavaglia e Giorgetti a cui diremo che la questione riguardante il rinnovo delle concessioni non può essere sottovalutata. Tutti i sindacati e le associazioni di categoria hanno lanciato l'allarme sul futuro del settore balneare abruzzese e nazionale a seguito del pronunciamento che rischia di cancellare migliaia di imprese a carattere familiare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padovano (Sib Confcommercio) sulla diffida inviata dai balneatori ai ministeri per le concessioni: "Atto per arrivare ad una soluzione positiva"

IlPescara è in caricamento