rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Economia

La richiesta di Padovano (Confcommercio): "Serve un nuovo regolamento comunale per i dehor"

Il presidente della Confcommercio Pescara interviene in merito alla questione dell'occupazione del suolo pubblico da gestire per le attività ed esercizi pubblici

Investire sull'occupazione del suolo pubblico, con un nuovo regolamento comunale. A chiederlo il presidente della Confcommercio Pescara Riccardo Padovano, che ha fatto alcune rifessioni durante un incontro sul tema organizzato da Fipe-Confcommercio, la Federazione italiana dei Pubblici esercizi, che ha organizzato un incontro sul tema, mettendo attorno al tavolo Comuni da nord a sud, imprese e agenzie pubbliche

Presente anche il presidente nazionale della Sib Antonio Capacchione. Padovano ha dichiarato:

"Un regolamento comunale sull’utilizzo dei Dehors è più che mai urgente e necessario. Ci avviciniamo ad un autunno un po’ particolare per l’attuale andamento pandemico e quindi non possiamo attendere. Per questo occorre regolamentare sui Dehors anche perché ci sono le condizioni per farlo. Un regolamento non può stare chiuso nel cassetto perché non si riesce a trovare una quadra politica. Non commettiamo gli errori del passato. Questo non è un problema che riguarda solo Pescara ma tutte le città italiane. Oggi si è parlato infatti di questo a Roma con le varie delegazioni arrivate da tutto il Paese. La necessità comune è quella di agire per un nuovo regolamento. A Pescara occorre un regolamento sui Dehors. Il Comune deve attivarsi immediatamente anche perché siamo fermi al 2019 e quindi - ha detto ancora Padovano - bisogna agire. Tre anni fa arrivammo ad un passo dall’approvazione che poi saltò per delle beghe politiche.

Oggi la Giunta Masci ha il dovere di chiarire le questioni che riguardano i Dehors. Mettiamo da parte per favore i burocrati e agiamo. Le carte non possono restare nei cassetti. Le imprese sono in crisi, c’è il calo dei consumi, l’aumento del costo delle materie prime, senza contare che siamo ancora nel pieno della pandemia per cui occorre agire e regolamentare l’utilizzo dei dehors”.  A Rona è passato il concetto del minimo comune denominatore di passare dal concetto di occupazione di suolo pubblico al progetto di spazio pubblico. Obiettivo: trasformare gli spazi esterni di bar e ristoranti in elementi di una più generale riqualificazione delle città fondata sul decoro, sulla sicurezza, sulla socialità, sull’attrattività"

Ora, spiega la Fipe Confcommercio, è fondamentale capire come superare la fase di emergenza senza un ritorno al passato:

"Occorre fare un salto in avanti perché dalla pandemia le nostre città devono uscire migliori. Lo spazio pubblico deve essere uno strumento di rigenerazione urbana non solo in termini economici ma soprattutto in termini di qualità delle città e della vita dei cittadini.  I pubblici esercizi devono essere visti come una risorsa e non come un problema. C’è bisogno di progetti condivisi, di collaborazione e non di contrapposizione. Il 30 settembre si chiude un po’ ovunque il periodo caratterizzato dalle procedure semplificate mentre il pagamento dei canoni è stato oramai ripristinato quasi dappertutto.  Il seminario di oggi vuole aprire un confronto su un tema caratterizzato anche da forte ideologia circa l’uso del suolo pubblico che non ha bisogno di contrapposizioni, ma di condivisione di idee e buone pratiche per far crescere sensibilità e cultura sui temi dello sviluppo sostenibile delle città."

Ad oggi, come emerge dai dati diffusi da Fipe Confcommercio, solo il 17,7% dei Comuni capoluogo di Provincia ha deciso di esonerare gli esercenti dal pagamento del suolo pubblico, mentre il 20,3% ha optato per una riduzione media di un terzo del suo valore. Per il resto, nel 53,2% dei casi, il canone è stato ripristinato per intero dal 1º aprile 2022, così come sono state cancellate le procedure semplificate per le nuove concessioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La richiesta di Padovano (Confcommercio): "Serve un nuovo regolamento comunale per i dehor"

IlPescara è in caricamento