rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Economia

Padovano (Confcommercio) sulle bandiere blu in Abruzzo e in Italia: "Certificano la professionalità di 30 mila imprese del settore"

Il presidente del Sib Abruzzo e di Confcommercio Pescara Riccardo Padovano, assieme a Antonio Capacchione, presidente deI Sib, commenta l'ufficializzazione delle bandiere blu in Abruzzo e nel resto del Paese

Le bandiere blu conquistate dall'Abruzzo e dal resto delle località balneari italiane confermano la qualità e professionalità delle imprese del settore nel nostro Paese. A dirlo il presidente del Sib Abruzzo e di Confcommercio Pescara Riccardo Padovano, assieme ad Antonio Capacchione, presidente deI Sib dopo l'ufficializzazione dei vessilli per l'anno 2024.

“Le bandiere blu conquistate dai Comuni italiani salgono a 236 (10 in più rispetto al 2023) e rappresentano un fattore importante per la crescita e la valorizzazione dei nostri territori. Le località turistiche a vocazione marittima, infatti, registrano valori migliori rispetto alla media nazionale, così come confermato in questi giorni dall'Istat."

Capacchione ha aggiunto:

"La balneazione attrezzata italiana con i suoi servizi di eccellenza costituisce un fattore di competitività di queste località e, complessivamente, del Paese nel mercato internazionale delle vacanze, pertanto sarebbe estremamente dannoso per tutti lederla o distruggerla". La "questione balneare", che coinvolge un settore strategico per l'economia del Paese, poi - sottolinea il Sib - è molto delicata perché riguarda decine di migliaia di famiglie che rischiano di perdere le proprie imprese e l'unico reddito da lavoro.

"Auspichiamo che quanto prima si emani una legge che concili l'esigenza della concorrenza con la tutela dei diritti degli imprenditori balneari - hanno concluso il presidente nazionale del Sindacato e Padovano - dalla conservazione del lavoro, alla salvaguardia della proprietà aziendale, fino alla tutela del loro legittimo affidamento nelle leggi e nei provvedimenti delle istituzioni. Tutto questo a vantaggio dell'ambiente, dell'offerta turistica, dell'economia, dell'occupazione e, in modo particolare, dell'immagine del Bel Paese".

Padovano poi spiega che “Per quanto riguarda l’Abruzzo si fregia di una nuova bandiera blu che per noi è motivo di ulteriore orgoglio. L’inserimento della città di Ortona per quanto riguarda il Lido Saraceni e i Ripari di Giobbe non fa altro che confermare la bellezza delle nostre coste e come il mare abruzzese non abbia nulla da invidiare alle altre coste italiane. Da 14 siamo passati a 15 bandiere blu e questo non può che essere per noi un ulteriore vanto. 

Sono contento anche per la conferma di Villalago e di Scanno e questo a conferma che in Abruzzo sul fronte della pulizia delle acque si sta lavorando e bene. Aggiungo che la Sib in collaborazione con la Società di salvamento mette sempre a disposizione la qualità dei servizi, la sicurezza e l’ospitalità. Per la città di Pescara il quarto anno di bandiera blu è un grandissimo risultato e quindi oggi siamo in un circuito con Pescara che resta una delle poche città capoluogo con la bandiera blu”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padovano (Confcommercio) sulle bandiere blu in Abruzzo e in Italia: "Certificano la professionalità di 30 mila imprese del settore"

IlPescara è in caricamento