Economia

Orario di chiusura dei locali, l'associazione Pescara Viva chiede le dimissioni di sindaco e assessore

L'associazione chiede le immediate dimissioni del primo cittadino Carlo Masci e dell'assessore al Commercio, Alfredo Cremonese

Le immediate dimissioni del sindaco Carlo Masci e dell'assessore al Commercio, Alfredo Cremonese.
È quanto chiede l'associazione Pescara Viva dopo la decisione dell'amministrazione comunale di Pescara di mantenere attiva la chiusura anticipata dei locali della città alle ore 00.30 dal lunedì al giovedì e alle ore 01.30 dal venerdì alla domenica.

«Di conseguenza», si legge in una nota, «è evidente l'intenzione del sindaco Carlo Masci di limitare l'attività e il guadagno di uno dei motori economici della città e del turismo provocando in tal modo un danno irreparabile alle attività già messe in ginocchio dalla crisi Covid».

Questo quanto si legge ancora nella nota: «La suddetta decisione danneggia infatti a parere dei rappresentanti dell'associazione non soltanto i gestori di ristoranti, locali, pizzerie e quant'altro, ma anche e soprattutto i cittadini pescaresi, che saranno costretti a spostarsi necessariamente nei comuni limitrofi che non hanno mantenuto tali limitazioni assolutamente inutili, per non parlare del danno economico al turismo che riguarderà tutti i cittadini e l'economia della città intera, perché nessuno vorrà andare in vacanza nell'unica città in Italia rimasta col coprifuoco». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orario di chiusura dei locali, l'associazione Pescara Viva chiede le dimissioni di sindaco e assessore

IlPescara è in caricamento