Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Economia

Nuovo mercatino etnico: Confcommercio ribadisce il no

L'associazione dei commercianti ha confermato la propria contrarietà al progetto a margine della riunione che si è tenuta oggi in Comune. "Si a controlli e potenziamento dei mercati esistenti"

Sì al potenziamento e riqualificazione degli attuali mercati cittadini, dove integrare gli operatori extracomunitari in regola, no al nuovo mercatino etnico nel tunnel della stazione. Confcommercio ribadisce le sue posizioni a margine dell'incontro che si è tenuto oggi in Comune.

Presenti il Presidente, Franco Danelli, il Presidente della FIVA/Confcommercio Pescara - Federazione Venditori Ambulanti - Marco Di Gregorio e il Dirigente, Nino Bettini. Il Comune ha ribadito l'intenzione di potenziare gli attuali mercati, ma anche la volontà di spendere 200 mila euro per realizzare il nuovo mercatino.

I SENEGALESI VOGLIONO IL NUOVO MERCATINO

Confcommercio ha dichiarato: "Ci rendiamo conto del problema che si era creato con lo sgombero dei senegalesi dalla zona adiacente il parcheggio della Stazione; a tal proposito la Confcommercio e la FIVA/Confcommercio ricordano di aver già offerto la propria disponibilità ad accogliere e integrare i colleghi senegalesi all’interno delle suddette aree mercatali già esistenti.D’altronde, è illegittimo e discriminante ipotizzare un nuovo mercato dedicato esclusivamente agli operatori extracomunitari, mentre all’interno dei mercati esistenti potrebbero crearsi dei settori dedicati ai prodotti etnici, ovviamente aperti agli ambulanti di qualsiasi nazionalità."

L'associazione ha chiesto che gli extracomunitari vengano integrati nei mercati dei comuni limitrofi, evitando una spesa di 200 mila euro inutile che potrebbe essere destinata ad altre necessità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo mercatino etnico: Confcommercio ribadisce il no

IlPescara è in caricamento