rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Economia

Nuova Pescara, Confcommercio: “Grande opportunità per il territorio”

Il presidente Franco Danelli torna sul dibattito sviluppatosi nuovamente in questi giorni attorno al tema della Nuova Pescara: "Le sinergie che si andrebbero a instaurare porterebbero vantaggi a tutti e tre i Comuni interessati"

“La Nuova Pescara è una grande opportunità per il territorio e le sinergie che si andrebbero a instaurare porterebbero vantaggi a tutti e tre i Comuni interessati. Vanno superate quelle ritrosie legate a calcoli politici o rendite di posizione che non hanno più senso in un contesto politico-economico come quello odierno in cui occorre avere una visione “glocal” che tenda alla valorizzazione delle identità e delle realtà locali pur all’interno dell’orizzonte della globalizzazione. In un contesto siffatto la Nuova Pescara avrebbe i numeri per collocarsi nel novero delle “città metropolitane” con tutti i vantaggi che ne conseguono in termini di possibilità di attrarre finanziamenti pubblici e investimenti privati; oggi Pescara è l’unico centro di primario interesse commerciale a livello nazionale che non ha lo status di “città metropolitana” e questa è già una grave mancanza politica”.

Ne è convinto Franco Danelli, Presidente di Confcommercio Pescara, che torna così sul dibattito sviluppatosi nuovamente in questi giorni attorno al tema della Nuova Pescara.

“Sono innegabili – continua Danelli – le ricadute positive sul territorio che deriverebbero dall’armonizzazione del sistema dei trasporti, degli uffici amministrativi, della fiscalità locale, della raccolta rifiuti, e di tutti i servizi ai cittadini. Ma soprattutto si potrebbe puntare sullo sviluppo integrato di infrastrutture materiali ed immateriali che sono la condizione indifferibile per realizzare “una città connessa” al passo con quanto necessario nell’economia odierna per divenire un’area dinamica ed appetibile. Anche il turismo avrebbe tutto da guadagnare dalla nascita della Nuova Pescara potendosi presentare sui mercati di riferimento con un’offerta alberghiera di tutto rispetto in termini di posti letto e potendo pensare all’implementazione di strutture ricettive all’aria aperta, oggi assenti, nelle aree collinari di Spoltore. Riduzione dei costi per la collettività e sviluppo integrato e omogeneo del territorio sono obiettivi a portata di mano per la Nuova Pescara: occorre lavorare per persuadere la politica locale a superare visioni di breve periodo per abbracciare un progetto che in un orizzonte più ampio porterà benefici socio-economici a tutto il territorio interessato e a tutta la collettività che in esso risiede e opera”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Pescara, Confcommercio: “Grande opportunità per il territorio”

IlPescara è in caricamento