Notte bianca a Francavilla: commercianti soddisfatti

Sabato c'è stata la lunga notte bianca di Francavilla al Mare. Una notte dedicata allo shopping sfrenato grazie ai saldi partiti in anticipo. Soddisfazione da parte dei commercianti e dei turisti, che sperano in una replica dell'evento

La Notte Bianca dei saldi a Francavilla ha regalato soddisfazione e divertimento a tutti: dai commercianti ai turisti.

Sabato sera c'è stata la lunga notte dello shopping, con l'apertura di tutti i negozi ed esercizi commerciali fino alle due di notte. I commercianti, infatti, hanno voluto fare le cose in grande per l'inizio dei saldi che, come noto, è stato anticipato in Abruzzo al 4 luglio.

Contemporaneamente, i locali e gli stabilimenti balneari si sono attrezzati per l'occasione, organizzando serate di musica, ballo e divertimento per tutti i gusti e tutte le età.

Una festa ben organizzata che ha soddisfatto tutti, dai clienti agli stessi commercianti, che parlano di un successo inaspettato. "Francavilla non era così viva di sera da molto tempo" ha azzardato qualcuno.

In effetti, i Vigili Urbani hanno potuto riaprire le principali strade del centro e sul lungomare sono dopo le due, quando la gente, lentamente, è rientrata a casa.

I prezzi in molti negozi erano stracciati: sconti fino all'80%, un vantaggio notevole per chi intendeva comprare capi estivi nel pieno della stagione calda, senza dover alleggerire troppo il proprio portafoglio.

Ora tutti sperano in una possibile replica dell'evento, magari prima della fine della stagione estiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Marta Citriniti, studentessa del liceo Galilei di Pescara, nella nazionale italiana di dibattito regolamentato (Debate)

Torna su
IlPescara è in caricamento