menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Musei abruzzesi, l'allarme dei sindacati: "Poco personale e disorganizzazione"

I sindacati Fp-Cgil, Fp-Cisl, Pa-Uil, Flp-Bac, Confsal-Unsa Abruzzo intervengono in merito alla situazione dei musei abruessi evidenziando diverse criticità

Una situazione drammatica che si aggraverà ancor di più in questi giorni di festa e per le iniziative previste dal Polo museale abruzzese per la primavera ed estate. I sindacati Fp-Cgil, Fp-Cisl, Pa-Uil, Flp-Bac, Confsal-Unsa Abruzzo lanciano nuovamente l'allarme evidenziando come ci sia una carenza di personale di 45 unità, una gestione non efficiente dei poli museali ed un'organizzazione inesistente sia a livello dirigenziale che operativo.

I sindacati proseguono:

La maggioranza delle sedi versa in uno stato di totale abbandono, con gravi ripercussioni sull'immagine delle stesse e sulla fruizione da parte dei visitatori che risulta in costante documentata diminuzione. Nella stragrande maggioranza degli istituti afferenti al Polo Museale dell’Abruzzo viene disatteso il D.lgs 9 aprile 2008 n.81 art. 63 “requisiti di salute e sicurezza” e art. 64 comma
1 lettera a, b, c, d, e “obblighi del datore di lavoro” in quanto gli stessi risultano privi di qualsiasi contratto di manutenzione, mettendo di fatto a rischio l’incolumità sia dei dipendenti che dei visitatori

Il personale è in stato di agitazione con convocazione il 7 maggio di un incontro con il segretariato regionale sindacale, in attesa di un incontro con la dirigenza come chiesto dall'assemblea dei dipendenti del 15 aprile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento