rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Economia

Movida e piano di risanamento acustico, Confcommercio: "L'approvazione in piena estate sarebbe un grave danno"

Il presidente della sezione pescarese dell'associazione di categoria chiede alla maggioranza di evitare forzature per l'approvazione del documento su cui è già guerra aperta: "Un male per il commercio e il turismo, evitiamo provvedimenti sbagliati e dannosi"

“Chiediamo alla maggioranza di evitare in piena stagione estiva forzature in merito all’approvazione del piano acustico che potrebbero arrecare danni economici ingenti non solo alle attività di piazza Muzii e vie limitrofe ma all’intero commercio del centro cittadino”.

Dopo l'associazione Pescara Viva, Confartigianato e Confesercenti prende posizione anche la Confcommercio Pescara, tramite il suo presidente Riccardo Padovano, in merito al documento che lunedì andrà in aula e su cui è già scontro aperto tra esercenti e amministrazione. “Abbiamo più volte detto che occorre trovare il giusto compromesso fra le diverse istanze in campo, ma occorre valutare proposte che risolvano i problemi senza mortificare una delle zone più attrattive della città con provvedimenti drastici. La politica non può subire le pressioni dei residenti senza tenere conto che tante attività sono a rischio di chiudere e centinaia di dipendenti possono perdere il lavoro”. Aggiunge Padovano.

“Partiamo dal presupposto che non stiamo parlando di una zona caratterizzata dalla ìmala movida' ma di un punto di ritrovo ordinato in cui gli esercenti sono i primi a controllare che non avvengano eccessi. Aggiungiamo che una città come Pescara ha bisogno di attrarre persone per supportare l’economia – incalza il presidente Confcommercio - e la gran parte di coloro che si recano in centro lo fanno perché oltre alla notevole offerta commerciale trovano anche la possibilità di proseguire la serata presso le attività del food per un’ aperitivo o per la cena. Dopo anni di difficoltà dovute alla pandemia finalmente le attività della zona stanno cominciando a rivedere la luce in fondo al tunnel, evitiamo di approvare in piena estate, con tanti turisti in città, provvedimenti sbagliati e dannosi – conclude Padovano - non solo per le attività economiche ma per l’immagine turistica di Pescara”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida e piano di risanamento acustico, Confcommercio: "L'approvazione in piena estate sarebbe un grave danno"

IlPescara è in caricamento