Movida in centro, Confesercenti replica alle accuse del comitato dei residenti: "Nessuna irregolarità per tavolini e sedie"

Confesercenti rimanda al mittente le accuse del comitato di via Battisti e piazza Muzii che ipotizzava addirittura coperture ed omissioni da parte delle istituzioni locali per presunti abusi

Ancora polemiche ed accuse reciproche fra i gestori dei locali ed il comitato dei residenti della zona di via Battisti e piazza Muzii. Questa volta, Confesercenti con il direttore provinciale Taucci replica alle ultime dichiarazioni fatte dal comitato sui presunti abusi nell'utilizzo del suolo pubblico per sedie e tavolini da parte dei gestori, nonostante le autorizzazioni concesse dalle attuali norme per la questione del Coronavirus.

Secondo Taucci, la polizia municipale ha effettuato controlli per tutta l'estate senza riscontrare violazioni. L'estensione dell'occupazione del suolo pubblico è consentita nell'ambito delle norme emanate da Governo ed amministrazioni locali per sostenere i locali che hanno dovuto ridurre significativamente i posti a sedere a causa delle norme per il distanziamento sociale:

In tutto il mondo i governi e i Comuni stanno favorendo l’ampliamento della concessione di spazi esterni ai pubblici esercizi ma forse il comitato dei residenti non se ne è reso conto. Ma il buon nome di imprese che danno lavoro a centinaia di persone non può essere messo ogni volta alla gogna senza alcuna ragione di fondo, addirittura ipotizzando coperture e omissioni da parte delle istituzioni pur di non ammettere che le imprese rispettano le regole. Questa guerra ha perso ogni razionalità, se mai ne avesse avuta

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per Confesercenti, probabilmente il comitato si augura un nuovo lockdown e si sta impegnando affinchè Pescara si spenga, mentre l'associazione di categoria chiede per i mesi invernali di poter mantenere l'uso del suolo pubblico con l'aggiunta della copertura, per continuare a lavorare in piena sicurezza utilizzando materiale leggeri e facilmente rimovibili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Influenza stagionale e Sars Cov-2, come eseguire la prevenzione nei bambini: le parole del pediatria Silvestre

  • Ex studente del liceo Galilei di Pescara vince la medaglia di bronzo alle olimpiadi della matematica

  • La vigilessa di Pescara Monica Campoli protagonista a "Forum" [VIDEO]

  • Cluster di Covid nella scuola media Rossetti: scatta la chiusura, alunni e personale scolastico in quarantena

  • Il sindaco Masci: "Chiudere vie e piazze per il Coronavirus? Il governo mandi l'esercito"

  • Coronavirus, Marsilio sulle possibili chiusure in Abruzzo: "Non lo escludo ma si lavora giorno per giorno"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento