menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesilvano: Confcommercio interviene sulla variante alla SS16

Confcommercio interviene sulla questione dell'apertura, il prossimo 18 febbraio, di entrambi i sensi di marcia della variante alla SS16 a Montesilvano. Dopo le critiche di Cordoma all'Anas, l'associazione critica il Comune e la Provincia

La Confcommercio, in una nota inviata al Sindaco di Montesilvano Pasquale Cordoma, al Presidente della Provincia Guerino Testa e all’ANAS - Compartimento Viabilità per l’Abruzzo, ha espresso il proprio rammarico per la mancata apertura della corsia sud-nord dell’ultimo tratto di circonvallazione, dovuto ai ritardi dell’Amministrazione Comunale di Montesilvano nel realizzare gli interventi stradali (fra cui alcune rotatorie) da tempo previsti in accordo alla nuova viabilità.

"Quasi un mese or sono il Presidente Ardizzi e il Direttore Orlando avevano richiesto un incontro congiunto con il Sindaco di Montesilvano e il Presidente della Provincia proprio al fine di verificare lo “stato dell’arte” a fronte di quanto comunicato dall’ANAS nella nota allegata, che attribuiva la perdurante chiusura della “canna” alle richieste avanzate dagli Enti suddetti al fine di “permettere l’esecuzione da parte del Comune di Montesilvano degli interventi sulla viabilità urbana necessari...”.

    Attendevamo pertanto di essere convocati all’incontro richiesto, per il quale tuttavia, con una certa sorpresa e senza alcuna apparente giustificazione, non abbiamo ricevuto alcun riscontro, nonostante la Confcommercio si ponga come la più rappresentativa portavoce degli interessi delle imprese del commercio, del turismo e dei servizi.

    Non dimentichiamo infatti che l’Associazione aveva sollecitato l’apertura della nuova corsia già prima delle festività natalizie, proprio in considerazione del maggiore afflusso di traffico previsto, e puntualmente verificatosi, con i conseguenti diversi disagi patiti dalla collettività che attende da ben otto anni il sospirato completamento dei lavori, con tutti gli immaginabili positivi riflessi sulla circolazione e sulla capacità attrattiva della zona.

    Apprendere che la mancata apertura sia dipesa non già da problematiche prettamente tecniche dell’arteria stradale, ma da piccoli interventi complementari e facilmente adottabili in breve tempo, aggiunge al danno la beffa.

   La Confcommercio confida oggi che l’ulteriore sollecitazione possa sbloccare la situazione e rendere fruibile all’utenza questa importantissima e da tanti anni attesa opera viaria."
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento