rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Economia

Mobilità: ecco le proposte di Confcommercio presentate al Comune

L'associazione di categoria ha scritto all'assessore Civitarese con le proposte avanzate per la mobilità urbana in città, con una serie di interventi ed opere da realizzare

Una serie di proposte per cambiare in meglio, e soprattutto rilanciare l'economia cittadina, la mobilità di Pescara. Confcommercio, a seguito degli Stati Generali sulla Mobilità che si è tenuto in Comune, ha inviato una lettera all'assessore Civitarese avanzando alcuni suggerimenti e punti cardine riguardanti il futuro della città.

CIVITARESE SUGLI STATI GENERALI DELLA MOBILITA'

L'associazione di categoria, a margine del documento, ha sottolineato come le varie esigenze legate alla mobilità possano convivere tranquillamente, ovvero quella di rendere il centro attrattivo dal punto di vista commerciale, economico e turistico grazie a parcheggi lungo la cintura cittadina e sfruttando appieno l'area di risulta, senza dover rinunciare alle giuste esigenze legate all'impatto ambientale, incentivando car sharing e car pooling e l'utilizzo di auto elettriche.

Ecco dunque le 10 proposte di Confcommercio:

1) occorre realizzare un parcheggio multipiano da 5.000 posti auto a pagamento sull’attuale parcheggio  nella parte nord dell’area di risulta. Questo consentirebbe di accogliere i visitatori che vengono da ogni parte della regione e togliere dalla viabilità cittadina tutto il traffico in cerca di un parcheggio. Inoltre la stazione degli autobus urbani e extraurbani andrebbe collocata al piano terra del multipiano con ingressi da Via Michelangelo, in modo da evitare la prevista stazione sotterranea  alla quale siamo contrari per ovvi motivi di salute pubblica e di sicurezza;

2) occorre realizzare un parcheggio sotterraneo su due piani sotto Piazza I Maggio con 500 posti auto a pagamento, con accesso dal tunnel già da noi progettato sulla Riviera oppure da due ingressi coperti ai lati nord e sud della piazza per evitare l’afflusso di acqua piovana;

3) occorre realizzare un parcheggio a pagamento a due livelli nella zona adiacente il Teatro D’Annunzio, già attualmente destinata a sosta delle auto, che andrebbe estrapolata dal PAN;

4) occorre realizzare parcheggi di scambio gratuiti a nord nei pressi dei Grandi Alberghi di Montesilvano, a sud all’uscita Via Tirino della Circonvallazione e ad ovest nei pressi dell’Aeroporto, collegati con bus navetta gratuiti per facilitare l’accesso al centro cittadino, con partenze ogni 10 minuti, In tal modo, grazie ai parcheggi gratuiti in periferia, si renderebbero liberi i posti auto in centro che attualmente sono perennemente occupati dai pendolari;

5) occorre favorire progetti di project financing proposti da privati interessati alla realizzazione di parcheggi e altre opere sulla viabilità;

6) occorre sostituire gli autobus urbani di grandi dimensioni con minibus elettrici, maggiormente rispondenti alle esigenze dell’utenza, con tutti i vantaggi sia ambientali che di semplificazione e velocizzazione dei collegamenti;

7) occorre utilizzare il tracciato della filovia con numerosi bus elettrici al fine di realizzare una sorta di “metropolitana leggera” della città;

8) occorre attivare veramente il “bike sharing” al fine di implementare l’uso del mezzo pubblico tradizionale con quello delle biciclette pubbliche, che andrebbero collocate in prossimità delle fermate degli autobus e delle stazioni ferroviarie (Centrale e Portanuova);

9) occorre riaprire Corso Vittorio Emanuele al doppio senso di marcia;

10) occorre mantenere il doppio senso di marcia su tutte le arterie lunghe e fondamentali per la circolazione cittadina come Lungomare Matteotti, Riviera Nord, Via Marconi e Via D’Annunzio.

In conclusione, la Confcommercio è pronta a collaborare con l’Amministrazione Comunale e con tutte le Associazioni al fine di evitare che opere e iniziative assunte o progettate senza coordinamento portino danni e nocumento all’economia pescarese

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità: ecco le proposte di Confcommercio presentate al Comune

IlPescara è in caricamento