Sabato, 18 Settembre 2021
Economia

La marineria di Pescara vuole tornare in mare: "Facciamo ripartire la filiera del pesce fresco locale"

Francesco Scordella, presidente dell'Associazione Armatori Pescara chiede che il comparto della marineria di Pescara possa tornare a lavorare

La marineria di Pescara vuole tornare operativa in mare. Lo ha fatto sapere Francesco Scordella, presidente dell'associazione armatori Pescara lanciando un appello alle istituzioni per poter tornare a lavorare dopo due settimane di stop dovuto al crollo delle vendite, peggiorato dalla chiusura di ristoranti, mercati e locali pubblici.

L'obiettivo è quello di far ripartire il settore in attesa dell'approfondimento del decreto del Governo per il comparto agricoltura e pesca:

"È un momento durissimo per tutti a livello umano, ma per quanto ci riguarda, il settore della pesca sta attraversando un periodo particolare perché siamo fermi da giorni e vorremmo provare ad uscire in mare almeno uno, due giorni a settimana, per poter far ripartire la filiera che riguarda almeno le pescherie con prodotto locale. Una decisione, ovviamente, da condividere con tutti i soggetti e gli attori interessati"

Scordella chiede anche a Regione, Asl di poter avere a disposizione mascherine e dispositivi sanitari per lavorare in sicurezza considerando che sulle barche è impossibile mantenere sempre la distanza di sicurezza:

Vorremmo ripartire per fare la nostra parte e garantire l'approvvigionamento di pesce ai cittadini abruzzesi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La marineria di Pescara vuole tornare in mare: "Facciamo ripartire la filiera del pesce fresco locale"

IlPescara è in caricamento