Mareggiate, allarme erosione lungo le coste: la denuncia del SIB

La Sib Confcommercio dei balneatori abruzzesi torna a lanciare l'allarme erosione, dopo le violente mareggiate di queste ore che hanno flagellato le coste e gli stabilimenti. "Basta burocrazia, servono interventi immediati"

Interventi immediati e soprattutto fondi per risolvere finalmente in modo definitivo il problema dell'erosione delle spiagge in città. E' la richiesta che arriva dal Sib Confcommercio, il sindacato dei balneatori guidato da Riccardo Padovano.

Dopo l'ondata di maltempo che ha appena colpito le coste abruzzesi e pescaresi, con forti mareggiate, ora il Sib chiede agli enti competenti, ovvero la Regione, di mettere da parte le lungaggini burocratiche per agire in fretta.

"Ci chiediamo perchè ogni anno dobbiamo intervenire a posteriori a nostre spese per salvare le nostre strutture e se piuttosto dobbiamo chiedere i danni a tutti gli enti che con i loro ritardi e le loro inefficenze ci hanno posto in queste condizioni. Oggi parliamo di un autentico bollettino di guerra e di fronte ai danni verificatisi chiediamo interventi immediati da parte della Regione Abruzzo al fine di realizzare nelle prossime ore opere di somma urgenza a protezione delle infrastrutture a rischio." dichiara Padovano, che chiede lo stanziamento immediato dei fondi per tutelare le coste senza perdere tempo in riunioni, tavoli e dibattiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • A "L'ingrediente perfetto" su La7 Roberta Capua prepara gli arrosticini in padella con burro e salvia [FOTO - VIDEO]

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • Maltempo in arrivo sull'Abruzzo, previsti neve e freddo: l'avviso della protezione civile

Torna su
IlPescara è in caricamento