rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Economia

Mare inquinato, la Cna propone l'istituzione di una "task force"

Cna Balneatori, con il segretario nazionale Cristiano Tomei, chiede alla Regione di istituire una task force per risolvere il problema del mare inquinato nel pescarese, alla vigilia della stagione balneare

Alla vigilia della stagione balneare, la Cna Balneatori, con il segretario nazionale Cristiano Tomei, interviene in merito alla questione dell'inquinamento del mare nel pescarese, chiedendo alla Regione interventi immediati con l'istituzione di una task force.

"Un' Autorità, con un mandato limitato nel tempo, ma dotata di poteri straordinari, in grado di coordinare con efficacia tutti quei soggetti che a diverso titolo, dalle varie forze di polizia agli enti acquedottistici, dai gestori di depuratori alle Asl, dall’Arta agli enti locali, abbiano compiti inerenti la gestione delle acque e di contrasto all’inquinamento" ha dichiarato Tomei, aggiungendo che una delle figure che potrebbero essere utilizzate è ex comandante della polizia urbana di Pescara e dell’Aquila, Ernesto Grippo.

"Spetta dunque al presidente della Regione raccogliere positivamente una indicazione che viene dal mondo delle imprese, dando seguito all’impegno mostrato nelle scorse settimane. E consentire così in Abruzzo l’avvio positivo della stagione balneare 2016" ha concluso Tomei.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mare inquinato, la Cna propone l'istituzione di una "task force"

IlPescara è in caricamento