Martedì, 19 Ottobre 2021
Economia

Economia: Terra Nostra scende in piazza il 6 giugno

L'associazione Terra Nostra sarà a Piazza Sacro Cuore il 6 giugno prossimo per protestare contro le ultime scelte politiche in materia finanziaria

"L'Associazione Terra Nostra informa gli organi di stampa e comunicazione che ,DOMENICA 6 GIUGNO 2010 a partire dalle ore 16:00, sarà presente in Piazza Sacro Cuore a Pescara per manifestare contro le ultime scelte politiche in materia finanziaria.

E' nostra intenzione far comprendere alla cittadinanza ed agli operatori economici che quello che sta avvenendo oggi, con ripercussione sui portafogli e sulla vita economica dei cittadini, è l' ennesima conseguenza di un sistema monetario basato su un debito pubblico inestinguibile ed ormai al collasso.

Auspichiamo la presenza di esponenti politici locali e regionali, oggi troppo impegnati a discutere sulla spartizione di incarichi e poltrone, affinchè comprendano le soluzioni che proporremo per salvare il potere di acquisto e le serenità familiari dei loro elettori.

Non basteranno ,di certo, soluzioni di microcredito a salvare le attività ormai in crisi da anni, in quanto anch'essi sono strumenti di ulteriore indebitamento.

Il nostro appello alla partecipazione in piazza è rivolto ,in maniera maggiore, ai titolari di attività produttive che oggi sono sempre più sotto la morsa di una pressione fiscale che, anzichè corrispondere maggiori servizi, si preoccupa di chiudere falle e debiti finanziari con il prelievo erariale.
Inoltre, cerchiamo di sensibilizzare ogni cittadino ad intervenire, compresi i magistrati che oggi sono sul piede di guerra, i dirigenti sindacali, gli esponenti di confederazioni, tutti coloro che minacciano scioperi come soluzione alla crisi.

La soluzione non è nello sciopero ma nel comprendere un nuovo concetto di economia.

Gli organi di stampa non possono esimersi da questo invito ma devono dare il loro supporto comunicativo ed informativo.

Sapete tutti che la nostra associazione si batte, sin dalla sua costituzione , per una "società organica" e per il ritorno ad un'etica del "fare ciò che è giusto piuttosto ciò che conviene".

La stessa società organica paventata dal compianto Prof. Giacinto Auriti. Una società in cui l'uomo torni ad essere il fruitore dello strumento per il suo accrescimento sociale, piuttosto che continuare a vivere in funzione dello strumento e della società "strumentalizzante" come le società anonime, di capitale, a responsabilità limitata e degli strumenti partitici.

Non è un caso che in questo periodo storico si torni a parlare a livello nazionale ed extra-nazionale delle teorie di Giacinto Auriti. Teorie che ,se applicate precedentemente dai politici, avrebbero evitato l'ennesima crisi speculativo-monetaria che è ricaduta inevitabilmante sull'economia reale.

Oggi, invece, continuiamo ad assistere a dichiarazione di approvazione sulla ennesima manovra di pressione fiscale da parte di banchieri come Draghi.
Nessuno si chiede il motivo per il quale siano i banchieri a dichiarare appropriate queste manovre.
Ve lo spiegheremo domenica 6 giugno a Pescara in piazza Sacro Cuore dalle ore 16: alle 20:00"


Segreteria
Associazione Terra Nostra

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Economia: Terra Nostra scende in piazza il 6 giugno

IlPescara è in caricamento