Economia

Maltempo a Pescara, Confesercenti: "800 commercianti sommersi dall'acqua"

Pubblichiamo il comunicato stampa di Confesercenti relativo all'emergenza maltempo di queste ore a Pescara e nell'area metropolitana

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPescara

«In queste ore almeno 800 attività commerciali di Pescara e Montesilvano sono ostaggio degli allagamenti che, come ampiamente temuto, stanno trasformando la più grande area metropolitana del Medio Adriatico in una ampia pozzanghera. Questa situazione è il risultato di decenni di urbanistica scriteriata di cui, oggi, i commercianti, gli artigiani, i titolari di pubblici esercizi stanno pagando il prezzo più alto. E nonostante gli allarmi, le proteste e gli appelli, resta la spada di Damocle del fiume a rischio esondazione.

Ora si superino le emergenze: da domani, ci metteremo al lavoro per valutare se esistono gli estremi di una class action contro i responsabili». Lo afferma il direttore provinciale di Confesercenti Pescara Gianni Taucci.

«Se ci sono responsabilità, queste vanno perseguite e punite – dice Taucci – non possono essere i soli commercianti a pagare di tasca propria il conto dell’incompetenza, o del dolo, di chi ha consentito che Pescara e Montesilvano venissero private di ogni difesa. Dalle attuali amministrazioni pretendiamo, ora, risposte definitive, e da ogni livello istituzionale pretendiamo un intervento decisivo sul fiume»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo a Pescara, Confesercenti: "800 commercianti sommersi dall'acqua"

IlPescara è in caricamento