Economia

Liceo Da Vinci, studenti senza sede: il Comune apre una trattativa

L'amministrazione comunale ha chiesto un incontro con i rappresentanti degli studenti e la dirigente scolastica del liceo scientifico per cercare di risolvere il problema della mancanza di una sede autonoma

Senza sede ormai da mesi e costretti ad "emigrare" nelle aule del Liceo Classico D'Annunzio, gli studenti dello scientifico Da Vinci continuano a protestare chiedendo risposte ed atti concreti da parte della Provincia e del Comune.

Dopo il sit in davanti a Piazza Italia, l'amministrazione comunale ha chiesto un incontro con i rappresentanti degli studenti e con la dirigente scolastica per trovare una soluzione idonea almeno temporanea.

Alessandrini e Cuzzi avanzano una proposta: "Un’apertura concretizzata già e proprio con gli spazi comunali dell’ex circoscrizione di Piazza Grue, che l’anno scorso sono stati messi a disposizione dell’Alberghiero e ribadita quest’anno ad ogni incontro sia con il Da Vinci che con la Provincia per individuare una soluzione percorribile, qual è l’ipotesi di spostare la scuola negli spazi residuali della struttura.
Spazi che, non essendo completamente vuoti, dobbiamo rendere fruibili con degli aggiustamenti che purtroppo non sono a costo zero per l’Ente. Di questo siamo pronti a parlare ad un incontro con tutti i soggetti coinvolti”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liceo Da Vinci, studenti senza sede: il Comune apre una trattativa

IlPescara è in caricamento