rotate-mobile
Economia

Padovano (Sib): “Contro i balneari attacchi pretestuosi in spregio della verità”

Il presidente regionale del sindacato italiano balneatori precisa che "la legge sulla concorrenza non riguarda le concessioni balneari, bensì quelle degli ambulanti"

Riccardo Padovano, presidente regionale del Sib (sindacato italiano balneatori), interviene per precisare che la lettera del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, riguardante la legge sulla concorrenza "non contiene alcuna disposizione sulle concessioni balneari, bensì su quelle degli ambulanti. Ed è altresì opportuno chiarire che le proroghe delle concessioni balneari decise dai comuni e dalle autorità di sistema portuale non avvengono sulla base di questa legge appena promulgata e neppure per le disposizioni contenute nella legge 14/2023 milleproroghe (promulgata con analoga lettera di accompagnamento del presidente della Repubblica)".

La proroga delle concessioni balneari, puntualizza Padovano insieme al presidente nazionale del Sib Tonino Capacchione, "viene disposta dagli enti concedenti sulla base della legge 118 del 5 agosto 2022 (art. 3 comma 3) emanata dal governo Draghi e promulgata, senza alcun rilievo, dal presidente Mattarella. Legge che, del resto, non è stata oggetto di alcuna contestazione da parte della commissione europea".

In definitiva, "ogni pretesto è utile pur di attaccare i balneari, persino calpestando la verità e la realtà. Per il resto condividiamo l'appello del presidente della Repubblica a un intervento legislativo che dia certezza agli operatori in conformità al diritto europeo. A tale proposito si sottolinea che il presupposto per la corretta applicazione della Bolkestein è costituito dall'accertamento della "scarsità della risorsa", come chiarito dalla corte di giustizia dell'unione europea da ultimo con la sentenza del 20 aprile scorso. Accertamento che il governo è impegnato ad effettuare", concludono Padovano e Capacchione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padovano (Sib): “Contro i balneari attacchi pretestuosi in spregio della verità”

IlPescara è in caricamento