menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le Naiadi, l'appello di Contribuenti: "Tutelare i 130 bambini tesserati con la Sportlife"

La vicenda arriva nella Consulta regionale degli utenti e consumatori (Cruc): "Preoccupati per il proseguo delle attività sportive. Confidiamo nell'azione sinergica con l'assessore regionale alle attività produttive, Mauro Febbo"

"I genitori dei 130 bambini iscritti a Propaganda, tesserati con l'associazione sportiva Sportlife Ssd, dopo aver appreso della controversia contrattuale tra la Sportlife e la Progetto Sport Gestione impianti srl, appaiono giustamente preoccupati per il prosieguo dell'attività sportiva (sospesa sine die, ndr) prevista sino al 31 luglio. La loro preoccupazione sarà portata all'ordine del giorno della prossima Consulta Regionale Utenti e Consumatori (Cruc) della Regione Abruzzo".

Così Donato Fioriti, presidente dell'associazione consumatori Contribuenti Abruzzo e responsabile relazioni esterne della Cruc, in merito alla vicenda relativa alle piscine Le Naiadi.

"Oltre alle preoccupazioni per il proseguo delle attività sportive, per il pagamento degli stipendi degli istruttori - aggiunge Fioriti - desta ulteriore preoccupazione sapere anche che ci sono le gare federali a breve, in previsione per il 19 maggio".

Infine, Fioriti si rivolge direttamente all'assessore regionale alle attività produttive, Mauro Febbo:

"Sappiamo che Febbo, presso il cui assessorato siamo incardinati come Cruc, ha seguito dal primo momento la situazione, come d'altro lato abbiamo fatto, ufficiosamente, io e l'avvocato Luigi Di Corcia, Coordinatore per le convocazioni della Cruc, per cui confidiamo nell'azione sinergica con l'assessore".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse in Abruzzo, chi entra e chi esce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento