menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Corte dei Conti indaga sul giallo Asl: evasi 7 milioni

La Corte dei Conti ha spedito un blocco di ispettori per approfondire la vicenda dei fondi Asl, mancava il pagamento di 7 milioni di euro. Le indagini sono partite dagli errori riscontrati da una società esterna a cui l'ex manager Balestrini affidò i conti

Secondo i sindacati, la Asl avrebbe esentato il pagamento di sette milioni di euro, in base a "errori" nel conteggio dei bilanci. I tecnici della Corte si sono impossessati dei bilanci del 2005 e 2006 ed avrebbero riscontrato un differenza di ben tre milioni e mezzo di euro l'anno.

Ora da parte degli esperti, ci si aspetta una ricostruzione delle fasi che hanno portato i gravi errori all'interno del bilancio. I fatti nascono da quando l'ex Manager Balestrino affidò i conti ad una società esterna che riscontrò numerosi errori. Il commissario di governo per il rientro del debito Gino Redigolo ha dichiarato: "Vi è stato erogato quanto previsto, sulla gestione dei conti c'è autonomia e noi da Roma non rispondiamo ad eventuali errori".

Naturalmente questi errori nei conti ci sono stati e come e su questo tutti i sindaci sono d'accordo,7 milioni di euro in due anni non sono briciole, ai quali si aggiunge altro denaro destinato ai medici che farebbe arrivare la cifra fino ai 10 milioni.

Ora spetta ai professionisti della Corte dei Conti scoprire dove sono finiti i soldi. Secondo le prime indagini e le prime voci pare che una parte dei fondi siano stati usati dalla Asl per assumere precari utili al servizio Asl.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento