rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Economia

In Confindustria gli scambi tra Italia e Messico: attraversa l’oceano il patto che favorisce l’internazionalizzazione delle imprese abruzzesi

Nella sala Orofino di Confindustria Abruzzo Medio Adriatico a Pescara si è tenuto il convegno "Messico: meta di nuove opportunità per le imprese italiane. Settori: Food, Wine & Fashion"

Italia-Messico: attraversa l’oceano il patto che favorisce l’internazionalizzazione delle imprese abruzzesi.
Il Messico infatti è partner strategico dell’Italia e rappresenta un mercato prioritario per l’export italiano.

Si tratta infatti del secondo partner commerciale per il nostro Paese nelle Americhe.

L’economia messicana offre quindi molteplici opportunità di scambio, business e investimento per le aziende italiane. Da queste premesse nasce il convegno dal titolo "Messico: meta di nuove opportunità per le imprese italiane. Settori: Food, Wine & Fashion" che si è tenuto nella sala Orofino di Confindustria Abruzzo Medio Adriatico a Pescara. L’incontro si colloca nell’ambito delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’instaurazione delle relazioni diplomatiche Italia Messico (1874-2024) ed è stato organizzato dalla Camera di Commercio del Messico in Italia (CaMexItal) e da Confindustria Abruzzo Medio Adriatico. Numerose le aziende delle province di Chieti, Pescara e Teramo dei settori dell’agroalimentare, vino e moda presenti in sala, tutte con all’attivo rapporti di scambio o collaborazioni con il Messico oppure interessate a sviluppare il proprio business in quel mercato.

Carlos Garcia de Alba, ambasciatore del Messico in Italia, dice: «Un piacere essere qui con la comunità imprenditoriale dell’Abruzzo. Il Messico sarà sempre un Paese democratico stabile e con una economia aperta al mondo, il Paese con il maggior numero di accordi di libero scambio. Il Messico, voglio ricordarlo, è da un punto di vista geografico e geopolitico Nord America: se non si tiene presente questo si rischiano di sprecare importanti occasioni di mercato. La nostra economia è in crescita, 3,4 % lo scorso anno. In 150 anni di rapporti diplomatici tra i nostri due Paese abbiamo fatto molta strada e abbiamo ancora molte opportunità da sviluppare insieme, soprattutto perché il Messico è il Paese manifatturiero per eccellenza dell’America Latina».

Il vicepresidente di Confindustria Abruzzo Medio Adriatico, Marco Belisario, aggiunge: “È stato un evento imperdibile per le nostre imprese per tre ragioni: la prima perché la presenza dell’ambasciatore del Messico in Italia nella sede di Confindustria Abruzzo Medio Adriatico e la scelta di essere una delle tappe per le celebrazioni del 150° anniversario dell’instaurazione dei rapporti diplomatici tra Italia e Messico, ci onora tutti. La seconda perché, con l’intervento degli illustri relatori, le aziende iscritte alla nostra territoriale hanno potuto cogliere reali opportunità di business con il mercato messicano. La terza, ma non ultima per importanza, per la sigla di un accordo di collaborazione tra la Camera di Commercio del Messico in Italia (Camexital) e Confindustria Abruzzo Medio Adriatico, a sancire nel migliore dei modi rapporti stabili e duraturi».

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

«Il Messico è un Paese prioritario per gli investimenti italiani», sottolinea Letizia Magaldi, presidente di CaMexItal, «il Messico è la 12° economia mondiale per Pil e il 2° partner commerciale per l’Italia in tutto il continente americano, solo dopo gli Stati Uniti. L’Italia è il 3º partner commerciale del Messico nell’Unione europea e il 12° a livello mondiale. Sono più di 1800 le aziende italiane stabilite in Messico, per 9 miliardi di euro di investimenti complessivi, e, negli ultimi anni, cominciano a diventare significative anche le presenze di investimenti di imprese messicane in Italia. La situazione geopolitica internazionale sta delineando il Messico come la nuova fabbrica del mondo. CamexItal è al servizio delle imprese, a cominciare dalle Pmi, per facilitare occasioni di business e di crescita. L’accordo firmato oggi va in questa direzione».

Per Alessandro Addari, vicepresidente con delega all'Internazionalizzazione Confindustria Abruzzo Medio Adriatico: «L’accordo ci permette di stabilire un quadro pratico per lo sviluppo di scambi commerciali più forti. Si tratta di strumenti utilissimi per le nostre imprese: oltre ad offrire tramite i nostri canali informativi segnalazioni su opportunità, fiere settoriali e iniziative di potenziale interesse, verranno condivise le tendenze e le migliori pratiche su questioni rilevanti per lo sviluppo degli scambi economico-commerciali, industriali e di investimento. Verrà posta attenzione a tutti i settori e in particolare agli aspetti legati alla sostenibilità, all’economia circolare, alle tecnologie innovative. Gli imprenditori potranno avvalersi della nostra organizzazione per valutare le opportunità di finanziamento e di assistenza tecnica ma anche per ricevere servizi di primo orientamento al mercato su questioni giuridico economiche, doganali e legali».

Intervenuti come relatori anche Cecile de Mauleon - direttore esecutivo CaMexItal, Giuseppe Filiaci - responsabile Estero e Internazionalizzazione Iccrea Banca SpA, Stefano Meneghel - Regional Manager Sace, Giuseppe Colantonio - marketing manager Citra Vini Soc. Coop., Francesco Palandrani - presidente consorzio Atea, Carlo Aquilano - Chief Commercial Officer F.lli De Cecco di Filippo Fara San Martino SpA. Ha moderato la tavola rotonda "Storie di internazionalizzazione verso il Messico: esperienze abruzzesi" Claudia Pelagatti - responsabile Affari Internazionali Confindustria Abruzzo Medio Adriatico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Confindustria gli scambi tra Italia e Messico: attraversa l’oceano il patto che favorisce l’internazionalizzazione delle imprese abruzzesi

IlPescara è in caricamento