rotate-mobile
Economia

Entro maggio l'indennizzo ai pescatori per il fermo biologico

A farlo sapere è Dino Rossi del Coapi, comitati agricoltori e pescatori italiani, riferendosi ai rimborsi che spettano ai pescatori per il fermo pesca biologico

Entro il mese di maggio 2024 i pescatori abruzzesi dovrebbero ricevere l'indennizzo per il fermo biologico.
«Su sollecitazione della marineria di Pescara, ho contattato il sottosegretario di Stato al ministero dell'agricoltura, Patrizio Giacomo La Pietra che mi  ha assicurato che il reintegro per il fermo biologico del 2021 sarà corrisposto entro maggio e a seguire verranno pagati i rimborsi del fermo biologico del 2022 e 2023».

Come riporta l'agenzia LaPresse, ad annunciarlo è Dino Rossi del Coapi, comitati agricoltori e pescatori italiani, riferendosi ai rimborsi che spettano ai pescatori per il fermo pesca biologico, disposto per 43 giorni nel periodo estivo, interruzione dell’attività di pesca necessaria a permettere la riproduzione delle specie in mare.

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

«Il sottosegretario mi ha spiegato che i ritardi sarebbero legati alla mancata "digitalizzazione" dell'assegnazione dei rimborsi», aggiunge Rossi, presidente del Cospa Abruzzo e candidato alle Europee per la lista civica Libertà, «i pescatori restano in attesa di ricevere i contributi dovuti per il fermo pesca biologico di questi ultimi 3 anni».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entro maggio l'indennizzo ai pescatori per il fermo biologico

IlPescara è in caricamento