rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Economia

Giacomo D'Ignazio confermato presidente della Fira spa

Il presidente della giunta regionale abruzzese, Marco Marsilio, ha nominato il nuovo CdA (consiglio di amministrazione) della società in house

Giacomo D’Ignazio è stato confermato presidente della Fira Spa.
E il presidente della giunta regionale, Marco Marsilio, ha nominato il nuovo Cda della società in house di sviluppo industriale della Regione Abruzzo.

La conferma di D'Ignazio è stata decisa dall'assemblea ordinaria dei soci, che ha nominato il nuovo consiglio di amministrazione della società unica, nata dalla fusione per incorporazione con Abruzzo Sviluppo Spa, altra partecipata regionale. 

Assieme a D'Ignazio, alla guida della nuova società regionale, ci saranno Consuelo Di Martino, che assume la carica di vicepresidente, Stefano Cianciotta, ex presidente di Abruzzo Sviluppo, Nicoletta Salvatore e Antonio Paraninfi. «La nuova governance nominata oggi dall'assemblea dei soci», dice il presidente della giunta regionale Marco Marsilio a margine dell'assemblea dei soci, «è frutto di una precisa scelta: dare continuità all'ottimo lavoro sin qui svolto dai vertici amministrativi di Fira e Abruzzo Sviluppo e garantire la perfetta armonizzazione delle due strutture, affinché la nuova unica società regionale di sviluppo diventi una realtà strutturata, a servizio del comparto produttivo abruzzese. Il processo di fusione, benché complesso, è stato portato avanti in tempi celeri e oggi l’Abruzzo potrà contare su un’unica struttura che contiene i costi, razionalizza i servizi e amplia le proprie competenze, perché alle funzioni che già erano della finanziaria regionale e dell’agenzia di sviluppo, si affiancano le attività nella formazione, grazie all’innesto delle professionalità provenienti dal Ciapi. Adesso la nuova società regionale è pronta per affrontare le sfide che ci attendono: spendere bene le risorse endogene, massimizzare quelle che l'Europa e il Governo nazionale ci assegnano, sostenere sia la naturale vocazione industriale dell'Abruzzo, sia quella turistica, perché la Fira, su mandato della Regione Abruzzo, da oggi si occuperà anche di marketing territoriale».

«Parte oggi un nuovo percorso per Fira, una nuova fase che nasce da una fusione, che ha dato a questa società una visione più ampia, creando una finanziaria più forte e con un ruolo sempre più centrale nell’economia abruzzese», afferma Giacomo D’Ignazio, «da qui prende avvio l’impegno del nuovo Cda, formato da professionisti di esperienza, che lavoreranno per il futuro dell'imprenditoria abruzzese. Innovazione, made in Abruzzo e opportunità per le nostre imprese saranno gli asset principali dei prossimi tre anni. Ci tengo a ringraziare il presidente Marsilio e tutta la giunta regionale per aver rinnovato la loro fiducia nei confronti del mio operato alla guida di questa Società. La sinergia con la Regione è solida e ci porterà a futuri importanti successi».

Fira e Abruzzo Sviluppo sono di fatto state fuse in un’unica società a totale partecipazione pubblica, il cui unico socio è Regione Abruzzo, dallo scorso 1 gennaio, nell’ottica della razionalizzazione di costi di gestione e ottimizzazione dei servizi alle imprese.

l'assemblea dei soci della fira spa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giacomo D'Ignazio confermato presidente della Fira spa

IlPescara è in caricamento