rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Economia

Fusione Camere Commercio, Confcommercio: "Serve un unico ente regionale"

Il presidente di Confcommercio Pescara Ardizzi interviene in merito al dibattito sulla fusione delle camere di commercio di Pescara e Chieti, chiedendo di sospendere l'iter e di giungere ad un unico ente regionale

Un'unica Camera di Commercio regionale, con sede a L'Aquila e distaccamenti operativi nelle province. E' la proposta di Confcommercio Pescara del presidente Ardizzi relativa all'accorpamento degli enti camerali, dopo il dibattito riguardante l'accorpamento fra la camera di commercio di Pescara e quella di Chieti.

"Siamo convinti, alla luce della sempre più necessaria e auspicata applicazione della spending review a tutti i livelli della Pubblica Amministrazione, che non risulti più opportuno mantenere gli apparati burocratici attuali, ma che occorra concentrare tutte le funzioni decisionali in un unico Ente Camerale con sede a L’Aquila. Ciò premesso e ribadito, condividiamo pienamente le perplessità espresse dai consiglieri della CCIAA di Chieti ed al riguardo, in coerenza con la dichiarazione a verbale sottoscritta dai sei consiglieri camerali della Confcommercio di Pescara al momento della delibera di fusione del maggio scorso, chiediamo anche alla CCIAA di Pescara di sospendere l’accorpamento fra le due Camere in attesa di verifiche, approfondimenti e certificazioni" dichiara Ardizzi che chiede una profonda riflessione sull'argomento per riuscire a giungere alla soluzione più efficace.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fusione Camere Commercio, Confcommercio: "Serve un unico ente regionale"

IlPescara è in caricamento