Frane sulle strade dopo le bombe d’acqua, la Provincia interviene

I forti temporali dei giorni scorsi hanno provocato smottamenti in molte zone dell’interno. Tempestivo intervento da parte della Provincia di Pescara. Ecco quali sono le arterie interessate dai lavori

Sulle strade provinciali del pescarese si stanno eseguendo lavori di somma urgenza per il ripristino delle condizioni di sicurezza delle carreggiate dopo l’ondata di maltempo verificatasi nella prima decade di maggio, con autentiche bombe d'acqua.

I lavori, riguardanti le Strade Provinciali 61 (Scafa-Decontra), la SP 64 nei pressi di Roccamorice, la SP 602 (km 19+300 e km 22+150) nel territorio del Comune di Brittoli, e la SP 151 (Collecorvino), sono tutt'ora in corso e stanno procedendo speditamente.

Stanno invece per iniziare i lavori di somma urgenza lungo la SP 1 a Città S. Angelo, per proseguire sulla SP 4/B, la 16bis e la SP 151, nei territori di Cappelle, Spoltore e Moscufo.

I tratti su cui si sta intervenendo sono contraddistinti da cedimenti del terreno che mettono a rischio la sicurezza degli autoveicoli: pertanto sono stati recintati con la predisposizione dell’area di cantiere ed evidenziati con apposita segnaletica temporanea di pericolo.

I lavori puntano alla verifica propedeutica per la realizzazione di opere di sostegno. Le strade individuate costituiscono collegamenti determinanti, se non esclusivi, per le comunicazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • Cerca casa in affitto a Pescara e dintorni ma le viene chiesto se sia italiana, caso di discriminazione accaduto a una ragazza

Torna su
IlPescara è in caricamento