rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Economia

Federalberghi sulla guerra in Ucraina: "Per l'Abruzzo è a rischio il mercato turistico russo"

A parlare all'Ansa è il presidente di Federalberghi Abruzzo, Giammarco Giovannelli, che snocciola i numeri delle potenziali perdite

L'avvio della guerra in Ucraina rischia di compromettere per l'Abruzzo il mercato turistico russo che negli ultimi anni risultava in crescita.
A segnalarlo è Federalberghi Abruzzo per bocca del suo presidente, Giammarco Giovannelli.

Prima della pandemia, nel 2019, gli arrivi di viaggiatori russi nelle quattro province erano stati pari a 4.214 unità, per un totale di 17.532 presenze, cioè di notti trascorse nelle strutture ricettive.

I dati, elaborati dal dipartimento Sviluppo economico - Turismo della Regione Abruzzo, sono stati forniti all'Ansa da Federalberghi Abruzzo. I flussi turistici russi, in Abruzzo, sono al 17/mo posto per numero di arrivi, nella classifica che vede sul podio Germania (34.798 arrivi), Svizzera (15.198) e Francia (12.897). A livello territoriale, in testa c'è la provincia di Pescara, con 1.543 arrivi di turisti russi e 5.055 presenze, seguita da quella di Teramo che, seppur con un numero inferiore di arrivi, 1.482, vanta il maggior numero di presenze, 9.551. Poi ci sono quella di Chieti (651 arrivi, 1.746 presenze) e quella dell'Aquila (538 arrivi, 1.180 presenze).

«Dopo il periodo drammatico legato all'emergenza Covid-19, sembrava che ci stessimo avviando alla ripresa», dice il presidente di Federalberghi Abruzzo, Giammarco Giovannelli, «quello russo è un mercato molto interessante che può dare prospettive utili rispetto a tanti club di prodotto e a tanti mercati turistici, alberghieri ed extra alberghieri, senza tralasciare i borghi, sui quali il mercato russo è molto sensibile, e le strutture di qualità nelle località balneari. Ciò che preoccupa, in questa delicatissima fase, non sono solo gli effetti sui flussi turistici russi verso l'Abruzzo, ma anche la situazione di incertezza in cui stiamo nuovamente piombando. L'auspicio è che l'attuale crisi possa presto risolversi positivamente».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Federalberghi sulla guerra in Ucraina: "Per l'Abruzzo è a rischio il mercato turistico russo"

IlPescara è in caricamento