rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Economia

La Fater festeggia i 30 anni di joint venture tra Angelini Industries e Procter&Gamble

L'azienda di Pescara che produce Pampers, Lines e Ace è presente con i suoi marchi in 3 famiglie italiane su 4

La Fater, storica azienda di Pescara, festeggia 30 anni di joint venture tra Angelini Industries e Procter & Gamble. Un accordo da 750 miliardi di lire di cui fu artefice l'allora manager pescarese Sergio Cipolloni. 
Persone, innovazione e sostenibilità per una storia di successi che guarda al futuro con le sfide che saranno nel segno della sostenibilità ambientale e sociale.

Gli obiettivi sono la riduzione del 50% di uso di plastica vergine entro il 2025, Net Zero entro il 2040 e impegno al 2030 a ridurre le proprie emissioni per contribuire a contenere il riscaldamento globale entro 1,5 gradi. 

Ma anche bilanciamento di genere, inclusione, supporto alla genitorialità e cura del territorio tra gli impegni di responsabilità sociale. Tra i primati: l’azienda che per prima ha sviluppato in Italia il mercato dei pannolini e degli assorbenti, contribuendo all’evoluzione sociale e culturale del Paese. Oggi leader di mercato con Pampers e Lines e key player con il brand Ace. «È stato possibile arrivare a questo risultato», fanno sapere dall'azienda, «grazie a un costante impegno nell’innovazione e al forte orientamento alla sostenibilità ambientale e alla responsabilità sociale. Fater, azienda italiana fondata nel 1958 a Pescara da Francesco Angelini, rappresenta oggi un unicum nello scenario nazionale e internazionale, un modello di business che ha saputo valorizzare al meglio le due anime che la compongono: la cultura manageriale e di marketing di una delle più grandi multinazionali del largo consumo, P&G, fusa con la creatività e l’innovazione del meglio dell’imprenditoria italiana, come Angelini Industries. Due realtà complementari collegate da valori comuni che mettono al centro l’attenzione per le persone, i consumatori, i dipendenti e i cittadini».

«Abbiamo raggiunto un bellissimo traguardo», afferma Antonio Fazzari, general manager Fater, «30 anni di una joint venture paritetica è una vera e propria eccezione a livello mondiale. Si tratta di un connubio speciale tra due gruppi che condividono un principio di fondo: prendersi cura delle persone». 

Questo quanto aggiunge Francisco Fama, Ceo Baby, Feminine and Family Care Procter & Gamble: «Fater è una partnership che dura da tre decenni. Ci sono molte cose che hanno contribuito al suo successo: il nostro impegno condiviso verso le persone, i nostri dipendenti, i consumatori, i clienti e la comunità, la nostra attenzione per prodotti di superiore qualità; l'innovazione, e lo spirito di collaborazione condiviso. Riunendo il meglio dei due mondi - la comprensione dei consumatori locali, la velocità verso il mercato e l'agilità dei team sul campo, insieme alle capacità di innovazione di una grande azienda Fast Moving Consumer Goods, abbiamo davvero costruito una partnership che è più forte, insieme!»

Invece Sergio Marullo di Condojanni, Ceo di Angelini Industries, dichiara: «Per noi di Angelini Industries, celebrare i primi trent’anni di questa joint venture è motivo di grande orgoglio. Abbiamo, infatti, raggiunto un traguardo che ha radici lontane, che nasce da un’intuizione avuta nel 1958 quando, tra i primi in Italia, decidemmo di essere un player importante nel mercato di pannolini e assorbenti. Grazie a quella intuizione felice, anni dopo è nata la partnership con P&G, l’azienda leader mondiale nel mercato dei beni di consumo. Una partnership solida, basata sulla reciproca fiducia, su attitudini complementari e su valori comuni, che ci ha consentito di raggiungere traguardi straordinari. Oggi siamo felici di affermare che Fater è un’azienda di eccezionale solidità e che i rapporti tra i soci della JV attraversano una fase particolarmente positiva. Guardiamo quindi ad un futuro pieno di sfide con serenità e ottimismo. Un grazie di cuore al socio, ai collaboratori di Fater e a tutte le persone che ci scelgono ogni giorno!».

La Fater ha 1.600 dipendenti, 4 stabilimenti e fatturato in crescita in un mercato, come quello dell’igiene della casa e della persona, che in Italia ha un valore stimato di 12,6 miliardi di euro, i brand di Fater sono fra i primi 5 per vendite in valore. Fater ha fatturato, nell’anno fiscale 2020-2021, 874 milioni di euro mostrando un trend positivo nei due ultimi esercizi. «Nonostante lo scenario sempre più complesso, ci apprestiamo a chiudere il terzo anno consecutivo di crescita sia del fatturato che del profitto», continua Antonio Fazzari, «il segreto è stato fare leva sui nostri fattori differenzianti: la passione delle persone, la forza dei nostri brand e un programma di innovazione capace di creare valore. Guardando avanti, vogliamo continuare a trasformare l’azienda per renderla un sistema aperto, che metta al centro le persone e si impegni a dare un contributo positivo all’ambiente e alle comunità in cui operiamo». Oggi Fater è una realtà con 1.600 dipendenti di cui 1.123 lavorano negli stabilimenti e 130 sono ricercatori e tecnici che lavorano in Technology Innovation. Ha 4 stabilimenti di produzione - Pescara, Campochiaro, Porto (Portogallo) e Gebze (Turchia): nel primo, produce ogni anno 4.5 miliardi di pezzi (Lines, Pampers, Lines Specialist), mentre gli altri tre stabilimenti producono, complessivamente, 157 milioni di bottiglie di Ace.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fater festeggia i 30 anni di joint venture tra Angelini Industries e Procter&Gamble

IlPescara è in caricamento