Fallimento Oma, deciso l'esercizio provvisorio: evitato il fermo produttivo delle fabbriche

A concedere questa opportunità sono stati i giudici del tribunale di Pescara

La Oma (Officine meccaniche Angelucci) di Castiglione a Casauria può proseguire la produzione nelle fabbriche dopo la decisione di dare via libera all'esercizio provvisorio.
A concedere questa opportunità sono stati i giudici del tribunale di Pescara.

A farlo sapere è l'assessore regionale alle Attività Produttive, Mauro Febbo.

Questo quanto fa sapere Febbo:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Con l’esercizio provvisorio viene allontanato lo spettro della chiusura dell’azienda, scongiurando di conseguenza il blocco delle attività e la perdita delle commesse. La Regione Abruzzo, fin dall'inizio, ha seguito l'evoluzione della vicenda Oma comprendendo immediatamente che si trattava di una situazione complicata sia per gli aspetti legati alle procedure concorsuali sia per i risvolti di carattere penale, e di questo abbiamo sempre informato organizzazioni sindacali e lavoratori. Infatti, oggi, le due aziende del gruppo, di Tocco da Casauria e di Castiglione a Casauria, possono continuare a garantire continuità produttiva assicurando un futuro ai dipendenti e alle loro famiglie. Adesso bisogna perseguire sulla strada già avviata in modo che l’azienda possa essere rilevata da altri gruppi industriali. Ci sono almeno due manifestazioni di interesse da parte di aziende ben strutturate sul mercato come condiviso nei diversi tavoli svolti in Regione ai quali hanno partecipato lavoratori e organizzazioni sindacali. Oggi è stato ottenuto un primo importante risultato che non è però risolutivo né tantomeno definitivo. La vertenza sarà lunga, difficile e piena di ostacoli da superare, anche di natura giuridica e giudiziale, noi come Regione faremo la nostra parte e siamo certi di poter contare della professionalità del dott. Roberto Costantini e dei magistrati che hanno dimostrato la capacità di assumere posizioni per la tutela dei lavoratori anche rispetto a decisioni assunte in precedenza».  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Città Sant'Angelo: ha un malore e muore mentre è a pranzo in un agriturismo

  • Muore a soli 29 anni: Montesilvano piange Federica De Flavis

  • Tragico schianto fra Pescara e San Giovanni Teatino: morto 15enne alla guida di uno scooter

  • All'ospedale di Pescara è nato Filippo, il secondo figlio di Alessandro Di Battista [FOTO]

  • Ha una discussione con un automobilista, ciclista investito lungo corso Vittorio Emanuele

  • Perde la vita a soli 15 anni, Daniel Colarossi era una promessa del rugby

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento