rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Economia

Cresce l'export dei distretti produttivi abruzzesi, ma il saldo resta negativo rispetto al pre Covid

I dati sono stati diffusi dalla direzione studi e ricerche di Intesa Sanpaolo

Salgono le esportazioni nei distretti produttivi abruzzesi, con un aumento dell'1,2% nei primi nove mesi del 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020, ma il gap rispetto al periodo pre pandemia resta significativo. Lo si evince dall'analisi dei dati della direzione studi e ricerche di Intesa Sanpaolo sui cinque distretti della nostra regione. Rispetto ai primi nove mesi del 2019, il calo è del 5,6%. Bene il settore dell'agroalimentare che traina la ripresa economica per le vendite all'estero:  i vini del Montepulciano d'Abruzzo raggiungono, nel periodo gennaio-settembre 2021, quota 141 milioni di euro di export, 12 in più rispetto allo stesso periodo pre-pandemia: gli ottimi risultati della prima parte dell'anno non vengono condizionati dalla parziale battuta d'arresto del terzo trimestre (-6% tendenziale), risultato che comunque si posiziona al di sopra dei livelli pre-crisi (+4,1% rispetto al terzo trimestre del 2019).

Bene anche la pasta di Fara con 117 milioni di euro si colloca a livelli ben superiori rispetto al periodo pre pandemia, mentre va male il mobilio, sia nel confronto con il 2020 che con lo stesso periodo del 2019: la variazione tendenziale rispetto ai primi nove mesi del 2020 è del -3,1%; il gap rispetto i livelli di export registrati nei primi nove mesi del 2019 è di 10 milioni di euro ed i dati sono in controtendenza rispetto alla crescita degli altri distretti del mobile. L'abbigliamento nel distretto del sud Abruzzo cresce del 6,3% anche se il confronto negativo rispetto al 2019 è ancora impietoso, con un dato negativo del 43%. Per il distretto dell'abbigliamento nord abruzzese, il leggero regresso nei primi nove mesi del 2020 (-2,7%) porta la distanza rispetto al pre-pandemia al -34%.

Pierluigi Monceri, direttore regionale Lazio e Abruzzo di Intesa Sanpaolo: “Nei primi nove mesi del 2021 i distretti abruzzesi hanno esportato per un valore assoluto di 396 milioni di euro. Spiccano in positivo i distretti agroalimentari mentre sono ancora sotto i livelli pre-pandemia i distretti del comparto della Moda, che avrà bisogno di tempo per riprendersi dalla crisi. Il recente accordo siglato da Intesa Sanpaolo con sistema moda Italia va proprio nella direzione di supportare le imprese di questa filiera, riconoscendone le esigenze finanziarie principali. L’attenzione alle filiere resta al centro delle strategie di Intesa Sanpaolo, così come l’impegno a contribuire attivamente alla ripresa economica del Paese in stretta correlazione con gli obiettivi del Pnrr".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cresce l'export dei distretti produttivi abruzzesi, ma il saldo resta negativo rispetto al pre Covid

IlPescara è in caricamento