Economia

Abruzzo al 6° posto per il tasso di emigrazione, ma la provincia di Pescara è fanalino di coda

Secondo l'ultimo rapporto della Fondazione Migrantes, il nostro territorio si ferma a 32.533 partenze. L'incidenza sul totale della popolazione è del 241%. Record di espatriati a Roio del Sangro. La meta principale di chi se ne va è l'Argentina

Secondo l'ultimo rapporto della Fondazione Migrantes, l'Abruzzo si conferma terra di emigrazione con 179.715 cittadini della regione iscritti all'Aire, l'Anagrafe degli italiani residenti all'estero. L'incidenza, sul totale della popolazione, è del 13,5%. I dati sono aggiornati al primo gennaio di quest'anno.

La provincia abruzzese che si è svuotata di più è quella di Chieti, con 74.137 partenze. Seguono L'Aquila (39.924 iscritti all'Aire), Teramo (33.121) e Pescara (32.533). Roio del Sangro, in provincia di Chieti, rappresenta il caso più eclatante tra i piccoli centri: con 103 residenti nel paese e 248 iscritti all'Aire, l'incidenza dell'emigrazione è del 241%.

Quanto alle destinazioni, la meta principale degli emigrati abruzzesi è l'Argentina (19,6%). Tra le destinazioni più gettonate spiccano anche Svizzera (11,2%), Belgio (9,6%), Venezuela (8,8%), Francia (8,4%) e Germania (8%). Soltanto Basilicata, Calabria, Molise, Sicilia e Friuli Venezia Giulia evidenziano un tasso di emigrazione più elevato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abruzzo al 6° posto per il tasso di emigrazione, ma la provincia di Pescara è fanalino di coda

IlPescara è in caricamento