Emergenza cinghiali, la Cia: "Situazione fuori controllo, ecco le nostre proposte"

L'associazione degli agricoltori con il presidente Di Zio avanza una serie di proposte per arginare il fenomeno della proliferazione degli ungulati sul territorio

Una situazione d'emergenza e fuori controllo quella dei cinghiali, sulla quale bisogna intervenire su più fronti. La Cia Abruzzo ha lanciato una serie di proposte alla Regione per risolvere un problema che sta causando gravi danni all'agricoltura oltre ai pericoli per l'ordine pubblico dovuti alla presenza costante degli ungulati lungo le strade e vicino ai centri abitati.

La Cia ha accolto positivamente la decisione di autorizzare la caccia fino a mezzanotte utilizzando fonti luminose, ma non basta considerando le continue segnalazioni di agricoltori per i danni causati nei campi di cereali, ceci, piselli, meloni. Per questo, afferma il presidente Di Zio, va eliminato il regime "de minimis" permettendo un risarcimento totale dei danni da fauna selvatica.

Fra le proposte dell'associazione, regolamentare in modo specifico la caccia da selezione in notturna da attuare dietro richiesta esclusiva degli agricoltori, attuare subito l'attività di controllo emergenziale nelle aree protette senza attendere uno specifico piano di controlli, approvare in tempi brevi il piano faunistico regionale con la revisione della proposta di zona vocata e non vocata, ed infine creare all’attuale regolamento regionale sugli ungulati (1/2017) permettendo ai singoli Atv di poter stabilire autonomamente il numero di componenti minimi della squadra e di battute da effettuare.

Riteniamo comunque importante aumentare il numero dei componenti di ciascuna squadra, ma chiediamo anche a chi la pensa diversamente su questo punto, di dimostrare l’efficacia dei risultati anche con squadre numericamente più piccole

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

Torna su
IlPescara è in caricamento