menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porto Canale: arriva l'ok dell'Arta, Confindustria lancia un appello

Il sindaco Mascia ha comunicato che i lavori di dragaggio del fiume Pescara, come previsto, partiranno in settimana. E' arrivato infatti l'ok da parte dell'Arta sui fanghi da rimuovere. Confindustria: "Troppi ritardi, la situazione è grave"

Le operazioni di dragaggio del Fiume Pescara partiranno regolarmente entro questa settimana.

Lo ha annunciato ieri il sindaco Mascia che ha confermato l'avvio dei lavori, in quanto l'Arta ha divulgato i risultati riguardanti le analisi dei fanghi che saranno rimossi sul fondo del fiume.

Analisi positive che quindi consentono l'avvio del dragaggio senza ulteriori ritardi.

"Per sei anni abbiamo chiesto al centrosinistra di sbloccare la situazione, che ormai è diventata grave. In cinque mesi abbiamo ottenuto il finanziamento di 500 mila euro dalla Regione, che consentirà di effettuare le prime operazioni. Stiamo inoltre programmando gli interventi complementari previsi per il 2010. Comprendiamo il disagio da parte degli operatori del settore, che però potranno di nuovo avere condizioni di massima sicurezza nel porto canale al termine del dragaggio" ha dichiarato Mascia.

Intanto Confindustria è intervenuta sull'argomento chiedendo che la situazione si sblocchi in breve tempo, denunciando ritardi ingiustificati.

"Le imprese che operano in porto, i ricevitori e tutto l'indotto,  versano in una situazione di grave difficoltà causata dal livello bassissimo dei fondali del bacino ( è di ieri la nuova ordinanza della Capitaneria di Porto che fissa il limite massimo di pescaggio a m. 4,20).
Tali ritardi sono intollerabili, se si considera che le operazioni di dragaggio rientrano nella ordinaria manutenzione dei porti e che a fine 2009 si dovrebbe già pensare a predisporre l'intervento per il 2010, anziché essere ancora in attesa di quello per l'anno in corso" dichiara Confindustria.

"Sono ormai trascorsi quasi tre mesi dalla delibera con cui la Giunta Regionale d'Abruzzo ha affidato la somma di 500mila euro al Provveditorato Opere Pubbliche del Ministero Infrastrutture e Trasporti affinché procedesse ad effettuare il previsto dragaggio annuale del Molo di Levante, a quasi due anni dall'ultimo parziale intervento" conclude Confindustria.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento