rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Economia

Cna Abruzzo sui nuovi limiti alle attività produttive: "Scelte illogiche e improvvisate"

Il direttore regionale Di Costanzo definisce "assurde le chiusure delle palestre e i nuovi orari imposti alle attività di ristorazione" e invita ad "azzerare tasse e tributi". Ecco le sue parole

Alla luce dell'ultimo Dpcm, la Cna Abruzzo interviene sui nuovi limiti alle attività produttive e parla di "scelte illogiche e improvvisate". Il direttore regionale Di Costanzo definisce "assurde le chiusure delle palestre e i nuovi orari imposti alle attività di ristorazione" e invita ad "azzerare tasse e tributi". Ecco le sue parole:

"Alcune misure del governo annunciate ieri dal presidente del consiglio Conte rischiano di rappresentare altrettanti colpi mortali ad alcuni comparti della nostra economia, e in particolare per il comparto della ristorazione. Chiediamo che queste misure siano riviste quanto prima, perché la doverosa lotta alla pandemia non può trasformarsi in penalizzazione per operatori che hanno sempre agito con coscienza".

Di Costanzo non comprende, ad esempio, il provvedimento legato alla nuova disciplina degli orari delle attività di ristorazione: "Sarebbe stato più sensato - conclude - che le scelte per il contenimento dell'epidemia si fossero ispirate a un allentamento reale dei pericoli legati alla mobilità pubblica, agli orari di ingresso dei posti di lavoro, all'organizzazione della didattica in presenza. Oppure sanzionando quanti non rispettano le regole. Invece si è deciso di colpire settori vitali delle nostre città".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cna Abruzzo sui nuovi limiti alle attività produttive: "Scelte illogiche e improvvisate"

IlPescara è in caricamento