rotate-mobile
Economia Corso Vittorio Emanuele II

Doppio senso su Corso Vittorio, Confcommercio attacca il sindaco: "Perchè ha cambiato idea?"

Confcommercio Pescara, con il presidente Danelli, interviene in merito alla questione della riapertura a doppio senso di Corso Vittorio, chiedendo al sindaco di mantenere le promesse fatte

Mantenere gli impegni presi in campagna elettorale e nel programma e riaprire a doppio senso di circolazione Corso Vittorio Emanuele. E' quanto chiedere il presidente di Confcommercio Pescara Danelli, intervenendo sulla questione che ha acceso un vivace dibattito in città.

PESCARA MI PIACE DICE NO ALLA RIAPERTURA DI CORSO VITTORIO

Danelli sottolinea come per una città commerciale e turistica sia necessario offrire viabilità scorrevole e parcheggi facilmente raggiungibili:

In questa ottica Corso Vittorio Emanuele DEVE ESSERE IMMEDIATAMENTE RIAPERTO AL TRAFFICO VEICOLARE IN ENTRAMBI I SENSI e deve tornare ad essere cuore pulsante di Pescara e arteria fondamentale per l’intero assetto urbanistico oltre che punto di collegamento fra il nord e il sud della città.
Inoltre va immediatamente varato un piano parcheggi che preveda la realizzazione di parcheggi di scambio agli accessi della città, collegati da bus navetta elettrici a tariffe popolari, e la realizzazione di un parcheggio multipiano nell’area di risulta da 5.000 posti auto che, secondo il progetto da noi proposto, consentirebbe di togliere dalla circolazione cittadina la gran parte dei veicoli in cerca di parcheggio e costerebbe 10 milioni di euro in meno del progetto da soli 2.000 posti presentato dal Comune di Pescara”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppio senso su Corso Vittorio, Confcommercio attacca il sindaco: "Perchè ha cambiato idea?"

IlPescara è in caricamento