rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Economia

Dolci (Confesercenti) lancia un appello sui parcheggi nell'area di risulta: "Serve un cronoprogramma più ragionevole"

La presidente provinciale di Confesercenti Marina Dolci lancia un appello al Comune affinchè risolva l'emergenza parcheggi in centro

Intervenire subito sul cronoprogramma dei lavori nell'area di risulta per risolvere il problema della mancanza di parcheggi. A dirlo Marina Dolci, presidente provinciale di Confesercenti che lancia un appello al Comune dopo i problemi riscontrati in questi giorni da clienti e cittadini per la mancanza di posti auto:

"Il centro di Pescara è entrato in piena emergenza parcheggi. Continuiamo ad essere contattati da clienti che non riescono neppure a trovare un posto nell’area di risulta nei giorni feriali, e siamo alle porte dell’estate quando ci auguriamo che arrivino sempre più turisti e visitatori: chiediamo con estrema rapidità un incontro al Comune di Pescara per definire un cronoprogramma dei lavori più ragionevole"

La Dolci prosegue:

"Da molti mesi abbiamo sollevato le nostre preoccupazioni sull’intensa concentrazione temporale dei lavori in centro con i cantieri di piazza Sacro cuore e corso Umberto chiedendo una tempistica diversa. A questi lavori, che durano ormai da tempo, si sono aggiunti i cantieri dell’area di risulta che hanno contratto incredibilmente il numero dei parcheggi senza una data certa di fine lavori. Il commercio è molo debole in questa fase storica, e perdere contemporaneamente i parcheggi dell’area di risulta e la possibilità di passeggiare piacevolmente nelle vie centrali assediate dai lavori non fa bene al settore. Ma vogliamo confidare che il Comune sia disponibile a modificare i propri piani per non danneggiare ulteriormente il commercio pescarese". Confcommercio nei giorni scorsi aveva protestato proprio per il problema dei nuovi lavori nell'area di risulta che stanno ulteriormente riducendo i posti auto a disposizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dolci (Confesercenti) lancia un appello sui parcheggi nell'area di risulta: "Serve un cronoprogramma più ragionevole"

IlPescara è in caricamento