rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Economia

Divieti autostrada A14, gli autotrasportatori pronti ad azioni legali

Inoltre chiedono di essere convoncati e ascoltati in tutte le riunioni organizzate per affrontare l'emergenza A14

Le associazioni di categoria degli autotrasportatori si dicono pronti ad azioni legali per i disagi e i ritardi subiti a causa dei divieti lungo l'autostrada A14 che costringono a deviare sulla strada statale 16.
Inoltre chiedono di essere convoncati e ascoltati in tutte le riunioni organizzate per affrontare l'emergenza A14.

Nel frattempo la mobilitazione resta alta e non sono escluse azioni legali a tutela dei danni patiti per i forti ritardi nell'attività, a causa delle interruzioni sul tratto abruzzese dell'autostrada.

Le imprese aderenti a Cna-Fita Abruzzo e Fai-Conftrasporto Abruzzo e Molise chiedono il veloce dissequestro del viadotto Cerrano. Le due sigle dell'autotrasporto, come riferisce Ansa Abruzzo, chiedono una programmazione urgente dei lavori necessari alla riapertura della seconda corsia, ora vietata al traffico, oltre alla rimozione di limiti (velocità, distanze minime) che rallentano la circolazione. Soprattutto, Cna Fita e Fai-Conftrasporto chiedono che si cominci a pianificare il futuro della viabilità adriatica con potenziamenti o nuove realizzazioni di infrastrutture, dato che quelle esistenti non sono più sufficienti per il "sistema Paese". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Divieti autostrada A14, gli autotrasportatori pronti ad azioni legali

IlPescara è in caricamento