rotate-mobile
Economia

La Regione dichiara guerra ai problemi della depurazione stanziando 117 milioni di euro

Oggi a Pescara sono state sottoscritte le intese con l'Ersi (l'Ente regionale per il sistema idrico) per 35 interventi complessivi. Il governatore Luciano D'Alfonso: "Il mio auspicio è che queste convenzioni non diano luogo a fascicoli, bensì a cantieri"

Sono oltre 117 i milioni di euro, a valere sui fondi Masterplan, consegnati oggi con atti di concessione finanziari, con cui la Regione Abruzzo "dichiara guerra ai problemi della depurazione", come detto dal presidente Luciano D'Alfonso. La consegna è avvenuta a Pescara con intese sottoscritte dal governatore e dal direttore dell'Ersi (l'Ente regionale per il sistema idrico) Tommaso Di Biase.

Gli interventi sono 35: 8 in in provincia di Pescara, 14 in quella dell'Aquila, 10 in quella di Chieti e 3 in quella di Teramo.

"Le risorse - ha spiegato D'Alfonso - toccano punte anche di cinque/sei milioni a intervento. Per il 90% i soggetti attuatori sono le società che gestiscono il ciclo idrico nei diversi territori (Aca, Cam, Sasi, Ruzzo, Gsa, Saca) e per una piccola percentuale i Comuni che hanno gestione diretta e la Provincia di Pescara".

Sono destinate al sistema idrico o a quello fognario-depurativo.

"Il mio auspicio - ha detto D'Alfonso - è che queste convenzioni non diano luogo a fascicoli, bensì a cantieri".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione dichiara guerra ai problemi della depurazione stanziando 117 milioni di euro

IlPescara è in caricamento