D-Play Event, DI Pietrantonio: "Mancano idee e progetti seri"

Dopo l'intervento dell'assessore Filippello che ha ammesso l'errore nei calcoli sulle tariffe da richiedere alla società che ha organizzato il D-Play Event, arriva la replica del consigliere del PD Moreno Di Pietrantonio: "La Giunta produce solo danni per la città, servono idee e progetti seri"

Alle dichiarazioni di ieri dell'assessore Filippello sugli errori di calcolo riguardanti le tariffe per l'occupazione di Piazza Salotto per il D-Play Event, risponde il consigliere comunale del PD Moreno Di Pietrantonio, che nella passata legislatura è stato assessore al Commercio e Turismo.

Di Pietrantonio sottolinea come la Giunta, fino ad ora immobile ed incapace di prendere decisioni per la città, abbia creato solo danni in uno dei pochi casi in cui ha gestito direttamente un'iniziativa.

"La Giunta in un solo colpo ha raggiunto tre obiettivi:
1) danno economico rilevante per le casse comunali, con la perdita di circa 30 mila euro
2) danno economico per gli operatori commerciali della zona, a causa della chiusura della piazza per più di cinque giorni
3) danno d'immagine per la città

Appare chiaro come manchino idee, progetti e strategie che facciano ripartire una città ferma ed immobile, ed il sindaco ha anche il coraggio di definire il "disastro" D-Play Event come un'occasione di rilancio per le zone centrali della città." dichiara Di Pietantonio.

Il consigliere comunale poi lancia un appello alla collaborazione fra politica, enti locali, associazioni di categoria affinchè la città possa tornare a vivere, rivalutando anche progetti della vecchia amministrazione.

AGGIORNATO ALLE ORE 18,30 DEL 21 OTTOBRE 2009



L'amministrazione comunale, tramite l'assessore alle Entrate Filippello, ammette l'errore nei calcoli delle tariffe richieste alla società che ha organizzato il D-Play Event a Piazza Salotto, che ha visto l'occupazione della piazza per ben cinque giorni.

"La società Minimega ci deve circa 26 mila euro per "l'affitto" di Piazza Salotto nei giorni in cui è stato organizzato il D-Play Event, a fronte dei circa 500 euro effettivamente pagati. Siamo stati tratti in inganno, la società parlava di giochi itineranti tipo giostre, invece si è rivelato un evento di tutt'altra portata e soprattutto con stand pubblicitari, gazebo di ristorazione per i quali sono previste ben altre tariffe"dichiara l'assessore.

Filippello quindi ammette il clamoroso errore di valutazione, pubblicando il calcolo esatto della cifra che spetta all'amministrazione comunale:"Considerando circa 5.200 euro al giorno, ci spettano, per cinque giorni, più di 26 mila euro. Esiste un articolo del regolamento Cosap che ci consente di richiedere il pagamento della cifra alla società in caso di accertato errore".

L'opposizione, in particolare con Del Vecchio, aveva sollevato la questione già prima dell'evento, chiedendo spiegazioni e chiarimenti circa l'occupazione di Piazza Salotto per ben cinque giorni, sia in merito al canone d'affitto da pagare al Comune, sia per denunciare i disagi causati ai commercianti della zona ed ai cittadini.

Proprio il PD aveva minacciato anche di inviare una denuncia alla Corte dei Conti.

Ora si attende la reazione della Minimega che ha organizzato l'evento: appare scontato il ricorso alle vie legali da parte della società.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • A "L'ingrediente perfetto" su La7 Roberta Capua prepara gli arrosticini in padella con burro e salvia [FOTO - VIDEO]

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

Torna su
IlPescara è in caricamento