menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

3 cose da sapere sul crowdfunding

Se pensi che il crowdfunding sia una semplice raccolta fondi, è ora di aggiornare il tuo know how sui siti più innovativi

L’ultima volta che è uscito il tema del crowdfunding, hai pensato che fai già abbastanza beneficienza? E’ ora di scoprire il crowdfunding in 3 semplici step.

1. E’ il carburante per nuove idee.

Chi ha un’idea innovativa e utile, ma non ha tutti i fondi per realizzarla, può presentare il suo progetto su apposite piattaforme, descrivendo in modo semplice e chiaro che cosa farebbe se avesse il budget sufficiente. Chi legge può decidere di dare un contributo con un bonifico o con carta di credito.

2. Offre vantaggi a tante persone.

Il vantaggio non è solo per il titolare del progetto, che può finalmente realizzarlo. Ma anche per chi partecipa e che spesso godrà di quelle attività (immagina a quanti può essere utile per esempio un car sharing notturno o un servizio di tutoring per studenti…). In più la maggior parte dei progetti premia i sostenitori con riconoscimenti onorifici tipo citazioni, targhe, menzioni d’onore, ma anche con l’utilizzo dell’attività stessa o altri vantaggi collaterali.

3. Funziona davvero solo su piattaforme sicure.

I fondi vengono versati al sito piattaforma che si occupa di pubblicizzare i progetti e poi ridistribuisce i contributi. Per questo è importante che sia un gestore sicuro. Un esempio valido è la nuova piattaforma Wind for Fund (https://windforfund.derev.com/), creata da Wind in collaborazione con DeRev. Il team seleziona i progetti migliori da pubblicare sul sito, offre consulenza gratuita per la diffusione, promuove la raccolta fondi e infine offre un contributo a fondo perduto ai progetti più meritevoli.

Nelle Marche l’idea nasce dalle eccellenze alimentari della regione. L’associazione Mangia Le Marche propone un Festival Fashion Food per promuovere la produzione food di Marche e Abruzzo, in collaborazione con i principali food blogger italiani.

Con questo festival finalmente anche gli italiani che non conoscono i prodotti locali delle Marche scopriranno le mille specialità che si realizzano in grandi città e centri minori della regione. Obiettivo finale per tutti: scegliere buon cibo per un migliore benessere! Il festival si terrà in un luogo attrezzato adatto per ospitare famiglie con bambini (non mancherà l’are giochi) e parteciperanno chef ed esperti. Sono chiamati a contribuire al Festival Fashion Food: 

tutti i cittadini che vogliono assaggiare (e sostenere) le bontà delle Marche

tutti i food blogger che troveranno qui nuove idee

tutte le aziende che avranno una vetrina importante per il loro food.

Hai già l’acquolina in bocca? Vai su windforfund.derev.com e dai il tuo contributo al progetto per portarlo a vincere il contributo di Wind. Partecipa da protagonista al futuro delle Marche per ricevere il tuo riconoscimento e rendere ancora più grande la tua regione!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento