rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Economia

Crisi economica, tanti gli abruzzesi che temono per i loro risparmi: per 8 su 10 gestirli è diventato uno stress

L'osservatorio Sara Assicurazioni rileva come il 46 per cento dei cittadini sia preoccupato per i soldi messi da parte sebbene il 32 per cento si dica tranquillo: chi guarda agli investimenti preferisce puntare su fondi pensione e polizze vita

Circa la metà degli abruzzesi, ovvero il 46 per cento, è preoccupato per i suoi risparmi con il 12 per cento che esprime vero e proprio timore. C'è però una buona fetta di cittadini che, nonostante il momento di crisi legato soprattutto ai rincari energetici, si dice tranquillo per la sua situazione economica: una fetta pari al 32 per cento.

Questi i numeri che emergono dall'osservatorio Sara Assicurazioni che ha effettuato un'indagine da cui si evidenzia che comunque per otto abruzzesi su dieci la gestione dei propri risparmi è diventata una fonte di stress che si acuisce di fronte a mercati turbolenti, così come a ridotte risorse personali o a spese ingenti.

Di qui anche l'emotività che condiziona in modo rilevante, come visto, la percezione sul futuro dei propri risparmi con quel 46 per cento che si sente insicuro e che si traduce in quasi un cittadino su due che non sa che fine faranno i soldi messi da parte. Un situazione che li spingerebbe i ad agire d’impulso e senza riuscire a farsi un quadro chiaro e informato.

Una condizione senza dubbio legata a una cultura finanziaria notoriamente non eccellente nel nostro Paese, ma che risente anche della complessa congiuntura che stiamo vivendo.

Un atteggiamento di precauzione quello che gli abruzzesi esprimono alla domanda sul cosa farebbero dei propri risparmi. La soluzione più gettonata è di medio-lungo periodo e riguarda i fondi pensione cui fanno riferimento il 30 per cento di loro. Più di uno su quattro e cioè i 29 per cento non vuole però fare investimenti preferendo lasciare tutto sul conto corrente. Di poco più bassa la percentuale di chi, sempre guardando al medio-lungo periodo pensa di investire in polizze vita con il 23 per cento che preferisce quelle di risparmio e accumulo e il 18 per cento che preferisce polizze che tutelano la famiglia dagli imprevisti che possono mettere a rischio il patrimonio. Non tramonta l'idea della sicurezza legata al mattone cui guarda il 12 per cento degli abruzzesi.

Per fare i propri investimenti il 55 per cento delle persone si affiderebbe ad un consulento specializzato, con il 34 per cento che opterebbe invece per il fai da te.

“La nostra ricerca evidenzia che, tra chi si dice propenso a considerare opzioni di investimento, la necessità più avvertita è la protezione del capitale (21 per cento) insieme ai rendimenti in un orizzonte di medio-lungo periodo (26 per cento)”, dichiara Emiliano De Salazar, Direttore Vita di Sara Vita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi economica, tanti gli abruzzesi che temono per i loro risparmi: per 8 su 10 gestirli è diventato uno stress

IlPescara è in caricamento