rotate-mobile
Economia

Le cooperative agricole: "Manodopera dal reddito di cittadinanza e dai voucher"

L'idea è stata lanciata da Massimiliano Monetti, presidente di Confcooperative Abruzzo: "Dobbiamo evitare che i prodotti agricoli rimangano nei campi in un periodo in cui tante persone sono senza lavoro o ferme per via del lockdown"

Le cooperative agricole abruzzesi propongono di trovare manodopera attingendo dal reddito di cittadinanza e dai voucher. L'idea è stata lanciata da Massimiliano Monetti, presidente di Confcooperative Abruzzo, a nome dell’Alleanza delle Cooperative:

“Dobbiamo evitare che i prodotti agricoli rimangano nei campi in un periodo in cui tante persone sono senza lavoro o ferme per via del lockdown. Per questo si attinga dalle liste dei percettori di reddito di cittadinanza e si attivino almeno temporaneamente strumenti come i voucher. Con l’avvicinarsi del raccolto i prodotti nei campi iniziano ad essere pronti. Per via dell’emergenza sanitaria, però, c’è il rischio enorme che i nostri prodotti ortofrutticoli vadano persi”.

Monetti, poi, ricorda che non è solo il comparto ortofrutticolo a implorare lavoratori:

“Tra non molto, tutto il mondo del vino abruzzese si troverà nelle condizioni di produrre, in un contesto dove il mercato interno sta crescendo anche alla luce della maggiore richiesta di consumo domestico. Senza manodopera si rischia davvero una catastrofe, e per questo l’obiettivo sarà di mantenere la produttività minima dei vigneti e preservare questo importante comparto dell’economia abruzzese”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le cooperative agricole: "Manodopera dal reddito di cittadinanza e dai voucher"

IlPescara è in caricamento