rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Economia

Consumi: a febbraio ancora segno negativo rispetto al pre pandemia ma in Abruzzo il calo è più contenuto

I dati sono stati diffusi dall' l'osservatorio Confimprese-Ey sui consumi paragonando i dati rispetto al febbraio 2020, prima dell'inizio della pandemia da Covid

Consumi in negativo a febbraio 2022 rispetto allo stesso mese del 2020, prima dell'inizio della pandemia da Covid. È quanto emerge dall'analisi dei dati diffusi dall'osservatorio Confimprese-Ey sui consumi nelle varie regioni italiane. Non sono stati dunque raggiunti ancora i livelli pre pandemia: il trend negativo è del -14,7% anche se in parziale ripresa rispetto a gennaio (-25,1%) dovuta alla possibilità di superare le restrizioni dovute alla pandemia, anche se l'attuale crisi energetica e la guerra in Ucraina potrebbero portare ad ulteriori rallentamenti.

Come riporta Adnkronos, gli andamenti più preoccupanti si avvertono in abbigliamento-accessori, che con una flessione pari a -24,9%, si conferma il settore in maggiore sofferenza. Trend meno negativi sia per la ristorazione, che chiude il mese di febbraio a -9,2% in netto miglioramento rispetto a gennaio (-18,1%), sia per il retail non food -2% ovvero prodotti di arredamento e legati alla cultura. Entrambi confermano una discreta stabilità nel riallineamento con i valori pre-pandemia.

Tutte le regioni prese in esame nel confronto febbraio 2022/febbraio 2020 mostrano dati negativi, anche se l'Abruzzo fa registrare la migliore performance, con -8%. Trend più negativi si rilevano per le Marche -25,7%, Trentino-Alto Adige -23,4% e Sardegna -22,9%. Fra le regioni con il calo meno accentuato Puglia -8,4% e Sicilia -9,6%. Seguono poco distanti Lombardia -10,5%, Campania -10,8% e Calabria -10,9%. Le altre regioni faticano a tornare ai livelli pre-pandemia con Friuli-Venezia Giulia -13,9%, Lazio -14,9%, Toscana -15,9%, Liguria -16,7%, Emilia-Romagna -17,3%, Piemonte -19,9%, Veneto -20,3% e infine Umbria -21%. Analizzando invece le città, Napoli ha il trend migliore con -9%, mentre Torino registra un -25% e quindi la performance peggiore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consumi: a febbraio ancora segno negativo rispetto al pre pandemia ma in Abruzzo il calo è più contenuto

IlPescara è in caricamento