menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confesercenti: a maggio i consumi in Abruzzo sono scesi dell'1%

Confesercenti ha presentato ieri il rapporto riguardante l'andamento dei consumi nel mese di maggio. Rispetto ad aprile c'è stato un calo dello 0,9%. "Scende la fiducia dei consumatori"

Confesercenti Abruzzo ha presentato ieri i dati riguardanti l'andamento dei consumi nella nostra regione nel mese di maggio.

Dopo alcuni mesi di timida crescita, è stato registrato nuovamente un calo, dello 0,9%, rispetto ad aprile.

Il calo ha interessato soprattutto trasporti empo libero (-1,9), abbigliamento e calzature (-0,6) casalinghi e giocattoli (-0,1).

Cresce leggermente la ristorazione fuori casa (+0,4 per cento) e tornano a scendere i consumi alimentari (- 0,2 per cento), mentre la cura della persona si conferma un settore in espansione con un incremento di 1,9 punti percentuali.

Anche la difucia dei consumatori è scesa rispetto al mese precedente.

Per tutti i settori, in Abruzzo, la ripresa non c'è e i segnali sono ancora troppo deboli rispetto alle gravi perdite registrate nel 2009.

Per quanto riguarda i crediti, aumenta la domanda di liquidità da parte delle imprese, aggravato spesso dal clima non collaborativo da parte degli istituti di credito, che scaricano sui consorzi fidi costi e rischi.

«Di fronte ad una situazione così stagnante bisogna aprire un percorso che porti alla riduzione delle imposte per imprese e famiglie, che dia una boccata d'ossigeno alle partite Iva e consenta una ripresa dei consumi." afferma il Presidente Orfanelli, che chiede un intervento deciso da parte del presidente Chiodi nei confronti del Governo nazionale.

Anche il direttore generale Giammarino si dice preoccupato, pensando soprattutto alla manovra finanziaria che il Governo sta per approvare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento