Economia

Nuovo allarme di Confcommercio: "Proroga restrizioni insostenibile per il settore turistico e commerciale"

Per il presidente di Confcommercio Pescara Padovano servono ristori immediati e non posticipati ulteriormente per non rischiare il collasso definitivo di tutto il comparto turistico, commerciale e dei servizi

Nuovo allarme e nuovo appello del presidente di Confcommercio Pescara Padovano, riguardante la situazione drammatica che vivono le attività commerciali, turistiche e dei servizi del Pescarese. La proroga delle restrizioni regionali e nazionali è insostenibile secondo Padovano per le attività che ormai non vivono una situazione di quasi normalità da mesi:

Siamo perfettamente consapevoli della difficile situazione sanitaria e che per uscire dalla crisi economica la priorità è quella di accelerare sul piano vaccinazioni, ma il rischio concreto e che quando si uscirà dal tunnel tante piccole imprese non saranno sopravvissute

Ecco perché siamo perfettamente in linea con quanto dichiarato dal nostro presidente nazionale, Carlo Sangalli circa il fatto che alle azioni di contrasto dell’epidemia occorre immediatamente affiancare sostegni forti alle imprese che non arrivino fuori tempo massimo.

Occorrono quindi risorse e ristori immediati per tutti i comparti duramente colpiti dalle restrizioni, arrivando subito e senza ulteriori ritardi rafforzati da scostamenti di bilancio di decine di miliardi di euro che possano compensare realmente le perdite di fatturato subite durante la pandemia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo allarme di Confcommercio: "Proroga restrizioni insostenibile per il settore turistico e commerciale"

IlPescara è in caricamento