Economia

Confcommercio Abruzzo: "Aziende in ginocchio dalla congiuntura sfavorevole"

Confcommercio Abruzzo invita i vertici di tutte le Istituzioni ad agire con estrema urgenza per salvare le centinaia di aziende abruzzesi in difficoltà per la congiuntura causata dalla crisi e ora dall'emergenza neve

Attraverso una nota Confcommercio Abruzzo invita i vertici di tutte le Istituzioni ad agire con estrema urgenza per salvare le centinaia di aziende del commercio, del turismo e dei servizi, che si trovano a dover fare i conti con il “combinato disposto” prodotto da emergenza neve, crisi economica, conseguenze post-sisma che ha abbrancato l’economia abruzzese in generale e quella del terziario in particolar modo.

Tale congiuntura evidenzia l’appalesarsi di una emergenza straordinaria che merita attenzioni e provvedimenti straordinari da parte di tutte le Istituzioni, nessuna esclusa, spiega nella nota l'associazione.

Confcommercio auspica che siano assunte iniziative di sostegno e provvedimenti di rinvio dei termini di pagamento dei titoli di credito, di rivedere nel loro complesso le applicazioni degli studi di settore, di prorogare tutte le scadenze tributarie, previdenziali ed amministrative, farebbe emergere in modo evidente, responsabilità gravi da parte delle Amministrazioni nazionali, regionali e locali.

"Ci auguriamo che la Regione adotti con estrema urgenza ogni procedura ed iniziativa possibili, che consentano al Sistema Abruzzo di non subire conseguenze pesantissime per l’economia e l’occupazione che sono ad ogni costo da evitare." ha dichiarato Confcommercio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confcommercio Abruzzo: "Aziende in ginocchio dalla congiuntura sfavorevole"

IlPescara è in caricamento