Ultimatum di Confartigianato e Pescara Viva alla giunta Masci: "Deve decidere se stare con i residenti o con i gestori"

Le due associazioni attaccano i residenti che minacciano denunce per il troppo rumore antropico e chiedono al Comune di decidere se sostenere i locali della zona della movida o il comitato

Anche Confartigianato e Pescara Viva condannano le dichiarazioni dei residenti della zona di via Battisti e piazza Muzii, che minacciano di voler sporgere una denuncia per il rumore antropico nella zona. Già Confesercenti aveva chiesto ai residenti di fermare le provocazioni verso una categoria, quella dei gestori dei locali, messa già in ginocchio dal Covid e dagli orari imposti per la chiusura delle attività.

A parlare il  direttore di Confartigianato Pescara, Fabrizio Vianale, e i portavoce di Pescara Viva, Mario Palladinetti e Daniele Giannascoli che evidenziano come penalizzare la movida rappresenta un grave danno per tutta l'economica della città, a vocazione commerciale e turistica per una zon, quella di piazza Muzii, che viene invidiata da molte città e che rischia di spegnersi definitivamente se ci dovessero essere altre limitazioni.

I rappresentanti dei gestori poi chiedono al Comune di decidere se sostenere le loro ragioni o quelle dei residenti:

"Il sindaco e l'amministrazione comunale, a questo punto - aggiungono - scelgano da che parte stare. Decidano se le priorità della città e del loro operato sono l'economia e il turismo o quel gruppetto di residenti. A causa di inutili giochi politici la città è stata condannata a delle restrizioni pericolose che vanno a spegnere proprio il luogo più bello e attrattivo della città.

Gli orari così rigidi, infatti, dal punto di vista sanitario non fanno che generare quegli stessi assembramenti che tutti invitano ad evitare, mentre dal punto di vista economico rischiano di condannare a morte un comparto che, dopo anni, ha restituito a Pescara la vitalità e il prestigio che il centro meritava"

Infine, Confartigianato e Pescara Viva sottolinea come, in caso di chiusura dei locali, quella zona potrebbe diventare di nuovo oggetto di degrado e di problemi di ordine e decoro pubblico come avviene nella vicina piazza Santa Caterina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abruzzo zona rossa: ecco l'elenco delle attività che rimarranno aperte

  • Arriva da Montesilvano il primo gel igienizzante per le mani multiuso al 98% naturale

  • Per il Tg1 l'Abruzzo diventa "#zonarozza": la gaffe spopola sul web

  • Furto d'identità a Pescara, il caso finisce a "Le Iene" [VIDEO]

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

Torna su
IlPescara è in caricamento